Home Cronaca Sponsorizzazioni sospette, scattano quattro condanne

Sponsorizzazioni sospette, scattano quattro condanne

627 views
0

Caltanissetta – Furbetti per ingannare il fisco. Questo sarebbero stati secondo la procura e, alla fine, il giudice ha condiviso questa tesi. E così, concretamente, sono arrivate quattro condanne per presunte sponsorizzazioni fantasma per un gruppo sportivo.

Al centro del procedimento sono stati i vertici, e non solo, di una società sportiva, la Heraclea Volley di Gela.

La pena più severa è stata inflitta a Mario Invincibile con due anni di carcere, esattamente la metà rispetto alla richiesta avanzata dalla procura.

Seguono, secondo un ordine per entità della condanna, Salvatrice Caffo con un anno e nove mesi, Salvatore Smecca con un anno e nove mesi e, infine, Massimo D’Andrea con diciotto mesi di reclusione. Questo il pronunciamento emesso dal giudice con tre affermazioni di responsabilità seppur con pene più lievi rispetto a quelle proposte dall’accusa.

La vicenda giudiziaria ruota attorno a presunte sponsorizzazioni fantasma. Che sarebbero state documentate sulla carta ma che, in realtà, non sarebbero mai esistite. Teoria che, nel naturale gioco delle parti, la difesa ha tentato di sconfessare.

Un meccanismo perverso che sarebbe stato messo su soltanto per ottenere vantaggi di natura fiscale, secondo l’impianto accusatorio. E più elementi hanno indotto gli inquirenti a ritenere che dietro si celassero irregolarità. Per cifre assai “gonfiate” rispetto al resto del panorama sportivo e perché quei quattrini sarebbero stati subito ritirati.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 0 / 5. Vote count: 0

Vota per primo questo articolo

Condividi