Home Politica Strade colabrodo nel Vallone, la Fillea Cgil attacca: “Politica lenta e parolaia”

Strade colabrodo nel Vallone, la Fillea Cgil attacca: “Politica lenta e parolaia”

1.556 views
0

Mussomeli – La Fillea Cgil di Caltanisseta esprime sdegno , attraverso un comunicato, per le strade colabrodo del  nisseno e del vallone in particolare. “Denunciamo quanto accaduto in questi giorni- si legge – nelle strade del nisseno (Vallone per essere precisi) a questa politica sorda e inefficace che tanto proclama e nulla concretizza. Vogliamo segnalare al commissario del libero consorzio di Caltanissetta Ing.Alongi che dall’ ultimo incontro avuto nel Luglio 2020 nulla è cambiato, consapevoli che non si possano prevenire eventi metereologici di grandissima entità, ma una cosa è certa che gli uomini preposti al controllo del territorio possono monitorare , o si possono ammortizzare i danni che la natura ci riserva, se solo si mettesse in moto quella macchina preventiva in un territorio che è fortemente a rischio idrogeologico. La nostra viabilità tutta – proseguono dalla sigle sindacali – , a partire dalla Gela/Butera e finire nel martoriato vallone, Caltanissetta/ Mussomeli/Sutera e paesi limitrofi, 22 Comuni della nostra provincia è rimasta ai tempi dei Carri con i Muli, alle regie trazzere. Lo diciamo da sempre, dobbiamo oltre a mettere in sicurezza il territorio, abbiamo il diritto/dovere di assicurare a interi nuclei familiari che si mobilitano ogni giorno per andare a lavorare o per altri problemi familiari, a questi dobbiamo dare risposte epermettere un rientro sicuro a casa. L’emergenza di questa fotografia ci porta a chiedere un incontro al commissario del Libero consorzio Ing. Dullio Alongi. La Fillea e la Cgil non possono essere complici di una politica lenta e Parolaia, per queste ragioni si chiede al Prefetto la convocazione immediata dei responsabili delle procedure di appalto per il rifacimento delle strade al fne di ottenere un crono programma chiaro e dare risposte ai cittadini dell’intera provincia ,avviliti, provati, schifati e noi con loro rispetto all’inerzia e all’immobilismo dei Governi, Regionale e nazionale, le parole vengano sostituite dai fatti, in questo caso dall’asfalto”.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 4.3 / 5. Vote count: 13

Vota per primo questo articolo

Condividi