Home Cronaca Striscione diffamatorio contro ex consigliere comunale e già commissario Iacp, in tre...

Striscione diffamatorio contro ex consigliere comunale e già commissario Iacp, in tre a giudizio

494 views
0

Caltanissetta – L’accusa è di avere diffamato un allora ex consigliere comunale appendendo uno striscione dinanzi un noto locale. Per una vicenda che s’intreccia con un’altra storia legata a strascichi giudiziari relativi alla realizzazione di alcune villette. E, in quel caso, con l’attuale parte civile nella veste, invece, d’imputato.

Circostanze che sarebbero correlate e che, adesso, hanno fatto finire in giudizio tre nisseni, il cinquantaseienne  Salvatore  Pastorello, il cinquantaduenne Angelo Gallo, il cinquantaquattrenne Salvatore Vullo e il ventiquattrenne Alessio Lo Dico – assistiti dagli avvocati Michele Ambra, Rosalba Impaglione, Giuseppe Impaglione e Walter Tesauro – chiamati in causa per diffamazione in concorso.

Che si sarebbe consumata ai danni dell’ex consigliere comunale Riccardo Rizza – assistito dall’avvocato Giuseppe Panepinto – ora parte civile e in passato anche commissario straordinario dell’Istituto autonomo case popolari.

E la stessa vittima di diffamazione avrebbe anche subito un’aggressione con tanto di frattura al braccio, ma questo è un aspetto al centro di un’altra indagine che esula da questo procedimento.

La questione diffamatoria, che risale al febbraio di un apio di anni fa, è legata a uno striscione che i tre adesso sotto accusa avrebbero appeso dinanzi un noto locale di Caltanissetta.

«Riccardo Rizza sei un ladro, vergognati e vergogna per chi ti sostiene.. che schifo», la frase riportata su quel grande  cartello e rivolta all’ex consigliere .

E le telecamere dell’impianto di videosorveglianza avrebbero immortalato il terzetto mentre affiggeva quello striscione. Così ha preso corpo questo nuovo procedimento.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 5 / 5. Vote count: 1

Vota per primo questo articolo

Condividi