Home Cronaca U.I.L.D.M. sezione di Mussomeli a Mascali per la seconda giornata di sensibilizzazione...

U.I.L.D.M. sezione di Mussomeli a Mascali per la seconda giornata di sensibilizzazione alla Disabilità

276 views
0

Mussomeli – L’Associazione U.I.L.D.M. (‘Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare) sezione di Mussomeli Odv, in linea con le attività programmate, mercoledì 24 aprile ha organizzato, presso il centro sociale Karol Wojtyla di Mascali (CT), la seconda giornata di sensibilizzazione alla Disabilità. L’evento, riuscitissimo, ha riempito l’auditorium ed è stato fortemente voluto e organizzato dal Vicepresidente della sezione, Giovanni Puglisi, impegnato sul territorio mascalese e particolarmente sensibile al dialogo con studenti e studentesse. Proprio in continuità con questi intenti, la UILDM ha incontrato ragazzi e ragazze dell’Istituto Comprensivo di Mascali. All’evento sono intervenuti i relatori Dott. Jonny Souto Rodriguez e Maria Mammino, la dott.ssa S. Leali, la prof.ssa M. Pappalardo, la Dirigente scolastica Prof.ssa Marisa Brancato e i docenti dell’Istituto comprensivo “I.C. Mascali” che hanno accompagnato le loro classi e che si sono resi protagonisti del flashmob iniziale. L’evento è stato moderato dalla giornalista Angela Di Francisca e ripreso dall’emittente Etna Channel – TG report con la giornalista Rita Patanè. Il dibattito successivo è stato poi intervallato dalle domande poste dagli studenti e dalle studentesse e dal pubblico in merito al contenuto del libro “DENTRO IL TUNNEL” di Giovanni Puglisi. Nota particolarmente significativa della giornata è stata la concessione alla sezione UILDM da parte del Comune di Mascali (nella persona del Sindaco Dott. Luigi Messina e della Vice Sindaca e assessora ai servizi sociali e welfare Dott.ssa Veronica Musumeci e dell’assessora Valentina Gullotta) di una stanza all’interno del centro stesso per lo svolgimento di attività future. Ad inaugurare questa nuova fase ci saranno l’apertura di un centro di ascolto dedicato alle persone con disabilità (e non) e l’istituzione della figura del garante delle persone con disabilità.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 1 / 5. Vote count: 1

Vota per primo questo articolo

Condividi