Home Cronaca “Una scelta a pelle”: il tatuatore Walter Messina dal pub a...

“Una scelta a pelle”: il tatuatore Walter Messina dal pub a Firenze

3.702 views
0

MUSSOMELI – Lui è Walter Messina conosciutissimo in paese, titolare insieme ai suoi fratelli di un noto locale della movida mussomelese che, spinto dalla sua passione per l’arte e per i tatuaggi, da bene tre anni vive a Firenze città d’arte, abbandonando la sua Mussomeli, che forse gli stava stretta, e trovando la sua dimensione nella città dei Medici. Nato a Mussomeli il 17 maggio 1986, spinto dalla sua vena artistica ha fatto una scelta per la vita” una scelta a pelle”. Raggiunto telefonicamente, quasi si schernisce per tanta attenzione, dice: “La mia vena artistica, anzi direi la nostra perché anche i miei fratelli sono molto bravi nel disegno, è stata ereditata da mia madre, a lei piaceva molto disegnare e dipingere, infatti è stato proprio lei a mettermi la prima matita in mano e devo dire che anche mio padre ha messo del suo: ricordo da piccolo come mi insegnava a colorare e non uscire dai bordi, non ho mai smesso di disegnare e tutt’ora continuo a farlo. Dopo essermi diplomato come ragioniere (dato che a Mussomeli c’erano solo tre scelte o liceo o geometra o ragioneria) mi sono iscritto a Giurisprudenza a Palermo, ma dopo due anni ho deciso di lasciare gli studi perché era un mondo totalmente diverso dal mio, ritornato a Mussomeli mi sono messo a lavorare con mio padre aiutandolo con la sua attività nell’impresa di Costruzioni. Grazie a mio padre ed a tutti i suoi insegnamenti, inizio ad affascinarmi al mondo dell’imprenditoria in generale ma, il destino bussa sempre alla tua porta, tra un cantiere e un altro, un giorno trovo su internet un corso di tatuaggi base e, spinto anche da mio padre, mi iscrivo e ottengo il primo attestato. Inizio a fare qualche tatuaggio per lo più ad amici nel tempo libero, ma fin da subito inizio a riscontrare un particolare successo, le richieste di tatuaggi raddoppiano, triplicano e cosi via in pochissimo tempo; sempre in questo periodo però, e sempre perché volevo fare l’imprenditore, decidiamo di acquistare un locale che non andava proprio benissimo per trasformarlo completamente, avviarlo e poi rivenderlo al miglior acquirente, ma non andò proprio

Walter dietro il banco del pub

così: nacque il Manàmanà,  gestito da me ed i miei fratelli con tanta passione. Comunque, occupandomi del locale avevo sempre meno tempo a disposizione per tatuare, ecco perché a mio parere questo fattore ha rallentato la mia carriera di tatuatore. Anche se il tempo a disposizione era meno, ho sempre cercato di ritagliarmi dello spazio per tatuare e ringrazierò sempre i miei fratelli che mi permettevano di farlo. Tra un tattoo e l’altro sentivo il bisogno di approfondire la tecnica del disegno in quanto non ho mai frequentato scuole ma ho sempre disegnato da autodidatta, quindi, decido di cercare qualche scuola professionale e dove cercarla se non a Firenze dove è nato il Rinascimento? Dopo una lunga approfondita ricerca scelgo questa Accademia privata dove insegnano iperrealismo e pittura rinascimentale cosa che mi ha sempre affascinato, però per poter entrare dovevo fare un testo d’ingresso, alla Bottega dell’Arcimboldo prendono solo un numero limitato di allievi in tutto il mondo. Chiamo e fisso la data per il test d’ingresso, non appena arrivo a Firenze e passaggio per la prima volta per i vicoli del centro storico sento una sensazione familiare come se in passato fossi già stato in quei luoghi, in parole povere mi sentivo a casa, faccio il test e vengo ammesso, quindi mi trasferisco qui per vivere un sogno il mio sogno, apprendere le tecniche degli antichi maestri come Leonardo, Michelangelo, Raffaello. Più vivo a Firenze e più capisco che questa deve essere la mia città, qui mi sentivo sereno e in pace con me stesso, facevo quello che più amavo e ciliegina sulla torta nella stessa Accademia conosco la mia attuale ragazza Noriko Hiizumi, una giapponesina stupenda che tutt’ora mi insegna a vivere la vita rispettando gli altri in modo sereno e pacifico ed  evitando di arrabbiarsi per cose futili, abbiamo veramente tanto da imparare dalla loro cultura, sarà anche per questo che i giapponesi sono avanti anni luce rispetto a noi ed ecco perché ho deciso di attuare un piano per trasferirmi definitivamente qui. L’anno scorso, infatti, oltre a frequentare l’accademia mi sono iscritto ad un corso professionale qualificato per tatuatori, della durata di un anno, quindi la mattina studiavo arte e la sera studiavo materie come dermatologia, allergologia, anatomia, insomma tutte materie mediche inerenti al mestiere di tatuatore e non solo, un corso altamente professionale e tecnico nello stesso tempo, infatti, è l’unico corso in Italia che ti attesta per tatuare senza alcun problema in tutto il mondo, quello della regione Toscana è il più severo a differenza della Regione Sicilia che prevede solo un corso di 90 ore. Assurdo se si pensa che il tatuaggio a livello medico è considerato come un intervento chirurgico. Confrontandomi con altri miei colleghi tatuatori sono entrato nel vero mondo del tatuaggio, dove il tatuaggio non è una semplice letterina o un piccolo simbolo, ma un’arte vera e propria ed ecco perché ho deciso di aprire uno studio in Toscana, perché qui il tatuaggio è inteso diversamente da come viene considerato dalle nostre parti, dove mitrovo ho molto più stimoli a fare lavori che giù non mi permetterebbero di fare perché ancora non c’è la mentalità del tatuaggio vera propria come qui, ovviamente mi manca il paesello a volte ma solo a volte perché vivere qui senza maldicenze, senza  che nessuno che  si fa gli affari suoi o se ne inventa di cotte e di crude pur di parlare di qualcosa è impagabile, inoltre qui funziona tutto, servizi, svago c’è veramente di tutto, ma questo non significa che ho veramente abbandonato Mussomeli anzi il mio progetto futuro è che dopo aver avviato lo studio qui lo aprirò anche a Mussomeli portando novità, creatività, e soprattutto professionalità cosa che dalle nostre parti e nella maggior parte della Sicilia non esiste, con i tatuaggi non si scherza quindi consiglio di pagare di più e farsi tatuare da veri professionisti”.

Una galleria di tuatuaggi realizzati da Walter

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 0 / 5. Vote count: 0

Vota per primo questo articolo

Consentici di continuare a garantire il diritto di sapere quello che gli altri non ti dicono. Sostienici!

Con bonifico bancario, anche online, intestato ad:  Associazione “Castello Incantato”  CODICE IBAN IT68T0897583380000000011400 (Bcc “San Giuseppe Mussomeli" - causale: donazione liberale per castelloincantato.it).

CON PAYPAL O CARTA (clicca sotto)

Condividi