Home Cronaca Vallone, il presidente Vagliasindi: le misure contro la criminalità organizzata

Vallone, il presidente Vagliasindi: le misure contro la criminalità organizzata

704 views
0

Caltanissetta

Non sono mancate le misure in tema di criminalità organizzata nell’area del Vallone. È quanto è emerso tra le pieghe della relazione del presidente della corte d’Appello, Sandra Vagliasindi,  durante la cerimonia per l’inaugurazione dell’anno giudiziario.

«La procura – ha spiegato in tal senso il presidente della corte d’Appello – ha anche richiesto il 6 marzo 2019  ed ottenuto il sequestro preventivo di circa centomila euro, di denaro e titoli nei confronti di Francesco Sorce, esponente mafioso di Mussomeli, per violazione dell’obbligo di comunicazione alla guardia di finanza delle variazioni patrimoniali per l’importo di diecimila euro».

Lo stesso presidente, riferendosi all’area due della direzione distrettuale antimafia, in relazione «ai mandamenti di Vallelunga, Camprofranco e Riesi il procuratore generale, Lia Sava, tra gli altri ha segnalato diciassette persone, perché ritenute a vario titolo responsabili dei reati di associazione per delinquere di tipo mafioso, di omicidio, di estorsioni, e di associazione a delinquere finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti».

E, sempre per quanto riguarda l’area del Vallone, lo stesso presidente della  corte d’Appello  ha osservato che «il presidente del tribunale di Caltanissetta ha segnalato che è ampia la competenza territoriale dell’ufficio del giudice di pace di Caltanissetta che comprende il circondario di Caltanissetta, oltre i territori di Mussomeli, Riesi, Santa Caterina Villarmosa e Sommatino per soppressione dei giudici di pace di quegli uffici».

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 0 / 5. Vote count: 0

Vota per primo questo articolo

Condividi