Home Cronaca Videosorveglianza in zone a rischio; Mussomeli e Acquaviva tra i 9 Comuni...

Videosorveglianza in zone a rischio; Mussomeli e Acquaviva tra i 9 Comuni ammessi

2.211 views
0

Mussomeli – Siglati i «Patti per l’attuazione della sicurezza urbana». Nel concreto guardano all’installazione di impianti di videosorveglianza in zone a rischio.

Interessati i comuni di Mussomeli, Acquaviva, Caltanissetta, Sommatino, Gela,  Niscemi, Resuttano, Riesi e San Cataldo.

I progetti di videosorveglianza presentati dai nove centro in questione sono stati analizzati durante una riunione, in videconferenza, del comitato provinciale ordine e sicurezza pubblica presieduto dal prefetto Cosima di Stani, con i vertici delle forze dell’ordine, della zona telecomunicazioni della polizia .

Nei comuni al centro del progetto sono state individuate le aree maggiormente interessate da situazioni di degrado e illegalità. Proprio lì è stata prevista l’installazione di impianti di videosorveglianza.

«Tali dispositivi – è stato spiegato – assumono una particolare valenza per il potenziamento della prevenzione generale, in un’ottica di sicurezza integrata, anche a supporto dell’attività della polizia giudiziaria, attraverso l’implementazione dello scambio informativo tra le forze di polizia locale e quelle statali».

E, in tal senso, le amministrazioni locali, sull’onda della firma del patto, hanno già presentato un  progetto che è stato sottoposto alla valutazione, sotto il profilo  tecnico, della zona telecomunicazioni della polizia, che in tal senso ha espresso il proprio parere.

I finanziamenti sono stati disposti decreto del ministro dell’Interno d’intesa in dicastero dell’Economie e delle Finanze «nella cornice di strategie congiunte tra i diversi livelli di governo per il contrasto dei fenomeni criminali e la promozione del rispetto del decoro urbano», è stato evidenziato.

Un rapporto sui fenomeni di criminalità diffusa a livello comunale e provinciale verrà presentata dalla prefettura di Caltanissetta allo stesso ministero dell’Interno.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 3.7 / 5. Vote count: 6

Vota per primo questo articolo

Condividi