Home Cronaca Voleva lanciarsi nel vuoto, giovane salvato dagli “angeli in divisa” di turno

Voleva lanciarsi nel vuoto, giovane salvato dagli “angeli in divisa” di turno

800 views
0

Caltanissetta – Sono stai i poliziotti a salvargli la vita. Lo hanno preso in extremis, giusto in tempo per evitare che si potesse consumare l’irrimediabile.

 Come dire, angeli in divisa, che hanno scongiurato l’estremo gesto di un giovane di San Cataldo in quel momento in preda al più totale sconforto.

Sono state alcune telefonate giunte alla sala operativa della questura ad avvertirli delle pericolosa presenza di un uomo su un tratto della bretella di congiungimento tra le statali 640 per Agrigento e la 626 per Gela.

Quel giovane aveva scavalcato il guard-rail che delimita un ponte e si era seduto sulle stesse barriere metalliche volgendo le spalle alla sede stradale.

Il suo corpo era tutto rivolto verso il vuoto.  E in quel preciso punto il viadotto è altro un paio di decine di metri e forse anche più.

Questa la scena che si sono trovati davanti i poliziotti appena sono arrivati nella zona indicata poco prima dalle segnalazioni.

Continuava a ripetere di volerla fare finita – sembrerebbe per problemi familiari – urlando contro gli stessi agenti di non avvicinarsi. Sono stati momenti di forte tensione. Di paura.

Fin quando gli agenti, che prima hanno tentato una paziente opera di mediazione, pian piano, senza che quasi se ne rendesse conto, si sono avvicinati a lui.

È stato un attimo. Gli sono piombati addosso e lo hanno afferrato saldamente per evitare che potesse lanciarsi nel vuoto.

Così è stato salvato e subito in ambulanza è stato trasferito al pronto soccorso dell’ospedale Sant’Elia per una consulenza medica

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 4.3 / 5. Vote count: 4

Vota per primo questo articolo

Condividi