Home Cronaca Agenti della Polstrada salvano cani, storia a lieto fine

Agenti della Polstrada salvano cani, storia a lieto fine

473 views
0

Caltanissetta – La storia è di quelle a lieto fine. Con il salvataggio di due splendidi esemplari di pastore tedesco e un’azione che rende merito agli agenti di polizia stradale di Caltanissetta che ne sono stati protagonisti.

Tutto è iniziato nel momento in cui i due “cuccioloni”, due fratelli dalle dimensioni ragguardevoli, si sono allontanati da casa.

Sotto una pioggia torrenziale si sono messi a scorrazzare per la campagna fino a quando si sono allontanati un po’ troppo.

Nel tardo pomeriggio una telefonata ha segnalato la presenza di due cani di grossa taglia che vagavano lungo la statale 640, all’altezza dello svincolo con l’autostrada Palermo-Catania.

La pattuglia della polstrada ha raggiunto la zona ma lì, di quei cani non v’era traccia. Proseguendo le ricerche, però, all’altezza della stazione di servizio di contrada Anghillà, lungo la bretella autostradale, con grande intuito sono riusciti a scorgere un cane che, nell’oscurità, se ne stava a terra, ferito sulla strada e in un tratto in curva. Mentre l’altro correva su e giù lungo l’asfalto come a cercare di attirare l’attenzione di qualcuno per il fratello ferito.

Gli agenti si sono fermati e, con particolare coraggio vista la stazza dei cani, hanno conquistato la fiducia del pastore tedesco, assai innervosito in quel momento, ma di suo mansueto. Per un’ora e mezza, sotto il diluvio, gli agenti sono rimasti lì a fare da scudo al cane ferito e al compagno. Poi la polizia municipale, attraverso la lettura dei microchip, è risalita all’identità dei proprietari che in mattinata ne avevano denunciato la scomparsa.

Lì è poi arrivato anche un medico del servizio veterinario e ha caricato i due pastori tedeschi sul suo furgoncino. La carovana, compresi i proprietari, sono poi partiti verso casa, suggellando il lieto fine.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 0 / 5. Vote count: 0

Vota per primo questo articolo

Condividi