Home Politica Appalti e corruzione a Santa Caterina, ex assessore può tornare in paese

Appalti e corruzione a Santa Caterina, ex assessore può tornare in paese

486 views
0

Caltanissetta – Revocato il divieto di dimora nei confronti di un ex assessore e già consigliere comunale di Santa Caterina, tra i coinvolti nell’inchiesta su corruzione e appalti.

L’annullamento della misura ha interessato il  sessantaquattrenne Calogero Rizza – assistito dall’avvocato Giuseppe Dacquì – sul quale pendeva il divieto di dimora a Santa Caterina.

Il gip Valentina Balbo, accogliendo l’istanza della difesa, ha annullato il provvedimento che era scattata un mese e mezzo fa sull’onda di una indagine di carabinieri e guardia di finanza coordinata dalla procura.

Rizza è ritenuto dagli inquirenti una sorta di collettore tra apparato amministrativo e imprenditori compiacenti. Un punto di contatto tra i due mondi.

E anche a lui è stato contestato il reato associativo che condivide con altri indagati e che, a vario titolo, guarda alla concussione, corruzione, turbata libertà degli incanti, abuso d’ufficio e falso ideologico.

Rizza – è la tesi accusatoria – avrebbe agito nell’ombra partecipando anche a riunioni della giunta senza averne alcun titolo.

 La figlia, anch’ella coinvolta nella stessa indagine ma senza alcuna misura a suo carico, è presidente del consiglio comunale caterinese.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 0 / 5. Vote count: 0

Vota per primo questo articolo

Condividi