Home Cronaca Arsenale e cocaina in casa: un fratello ammette, l’altro nega e lasciano...

Arsenale e cocaina in casa: un fratello ammette, l’altro nega e lasciano la cella

664 views
0
Immagine d’archivio

Caltanissetta – Due notti in cella e poi la scarcerazione. Non per la totale libertà ma per gli arresti in casa. Ben diverso, ad ogni modo, dalla cella.

Così per i due pastori di Mazzarino che sono stati presi con un arsenale e droga. Uno di loro, alla fine, si è assunto ogni responsabilità, l’altro ha negato.

Così Salvatore e Luciano Lomonaco – quarantatreenne il primo, quarantanovenne l’altro – i due fratelli arrestati per  detenzione illegale di armi e munizioni.

Sì, perché nella loro abitazione rurale di contrada San Giacomo sono stati trovati un fucile semiautomatico calibro 12 con un caricatore a dodici cartucce, una carabina, una pistola scacciacani modificata, una balestra, oltre che a centinaia di munizioni di vario calibro.

Ma non è tutto. Perché tra vecchi barattoli impolverati è stato pure trovato un sacchetto con 11 grammi, o poco meno, di cocaina, oltre a due bilancini di precisione materiale ritenuto utile al confezionamento.

I due – assistiti dagli avvocati Carmelo Terranova e Isabella Costa) sono comparsi al cospetto del gip per l’udienza di convalida . E il più giovane dei due ha ammesso le responsabilità. Droga compresa , ma asserendo che era destinata al solo uso personale., Quanto alle armi, le avrebbe trovate in campagna e le avrebbe tenute per rivenderle.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 0 / 5. Vote count: 0

Vota per primo questo articolo

Condividi