Home Cronaca Assalto in casa dell’ex ragazza, giovane condannato a 4 anni

Assalto in casa dell’ex ragazza, giovane condannato a 4 anni

394 views
0

San Cataldo – Condannato un giovane accusato di avere aggredito in casa la sua ex fidanzata e la madre di lei. Ma se qualche capo ha retto, seppur riqualificato, altri invece no.

Così nel concreto il ventitreenne di San Cataldo  Michele Luca Giglio – assistito dall’avvocato Massimiliano Bellini – è stato condannato a 4 anni di carcere per violazione di domicilio con violenza a cose o persone.

Imputazione, questa, che originariamente era stata formulata come rapina, ma poi il tribunale del riesame l’ha riqualificata in furto in abitazione.

Ora il giudice lo ha ulteriormente derubricato nella violazione. Di contro, però, ha assolto l’imputato dall’ipotesi di stalking nei confronti della sua ex ragazza – assistita dall’avvocato Marcello Spiaggia – che si è costituita parte civile. Ed  a lei è stato riconosciuto un indennizzo da stabilire successivamente.

Lo stesso giudice ha trasmesso gli atti alla procura perché indaghi sulla madre della parte civile, per l’ipotesi di falsa testimonianza.

Così si è chiuso il processo per un presunto assalto in casa di cui è stato accusato l’imputato. Era l’11 novembre del 2017.

Quella sera mamma e figlia sono state aggredite in casa da uno sconosciuto che poi è andato via portando con se un centinaio di euro e un borsone.

La sua ex ragazza, nonostante l’assalitore indossasse una maschera di carnevale sul volto, lo avrebbe riconosciuto attraverso il naso pronunciato.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 1.5 / 5. Vote count: 2

Vota per primo questo articolo

Consentici di continuare a garantire il diritto di sapere quello che gli altri non ti dicono. Sostienici!

Con bonifico bancario, anche online, intestato ad:  Associazione “Castello Incantato”  CODICE IBAN IT68T0897583380000000011400 (Bcc “San Giuseppe Mussomeli" - causale: donazione liberale per castelloincantato.it).

CON PAYPAL O CARTA (clicca sotto)

Condividi