Home Senza categoria Beni sospetti di un imprenditore, confiscato definitivamente un tesoro da 3 milioni

Beni sospetti di un imprenditore, confiscato definitivamente un tesoro da 3 milioni

616 views
0

Caltanissetta –

Confiscati beni per tre milioni di euro. Compresa una lussuosa villa con piscina. Il provvedimento è stato eseguito dalla Direzione investigativa antimafia di Caltanissetta, sotto la guida del colonnello Manuel Licari.

La misura ha interessato un imprenditore della provincia nissena, originario di Resuttano, Paolo Greco, che opera nei settori della commercializzazione  di auto, anche  di lusso,  e   vendita  al dettaglio di capi di abbigliamento e accessori.

Secondo la tesi degli inquirenti il suo arricchimento sarebbe risultato squilibrato rispetto ai redditi dichiarati dallo stesso imprenditore.

Ora la misura patrimoniale è divenuta definitiva dopo il pronunciamento della Cassazione che ha finito per confermare le precedenti decisioni.

La confisca ha interessato una   concessionaria di auto,  un   negozio di   abbigliamento –  entrambi   a Caltanissetta –   una  partecipazione    societaria,   tre  fabbricati,   tra  cui  una  lussuosa   villa  con piscina,  cinque terreni  e svariati  rapporti  bancari  per un valore stimato pari a circa tre milioni di euro.

Secondo l’originaria tesi della difesa, l’ammontare del sequestrato non avrebbe superato il mezzo milione di euro. Tetto assai più basso di quanto stimato dagli inquirenti.

Il sequestro dei beni appartenuti all’imprenditore era scattato nel dicembre di cinque anni addietro su proposta del direttore della Dia e disposto poi dal tribunale di Caltanissetta.

Greco in precedenza ha avuto grane giudiziarie ma è uscito poi fuori con un nulla di fatto, e la piena riabilitazione, da una vicenda di usura

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 5 / 5. Vote count: 2

Vota per primo questo articolo

Condividi