Home Politica «Bosniagate», Chinnici: «La Regione faccia chiarezza su istituzioni e dipendenti coinvolti»

«Bosniagate», Chinnici: «La Regione faccia chiarezza su istituzioni e dipendenti coinvolti»

193 views
0

Caltanissetta – Chiarezza su istituzioni e dipendenti coinvolti in quello che è stato ribattezzato «Bosniagate». A chiederla, a gran voce, è la deputata del Partito democratico all’Assemblea regionale siciliana, Valentina Chinnici.

E al governo regionale ha chiesto di «chiarire, con urgenza, quale sia stato il ruolo dei dipendenti pubblici coinvolti in questa vicenda, quali responsabilità essi abbiano assunto nel dipartimento di studi europei italo-bosniaco “Jean Monnet” e se tali ruoli fossero compatibili con l’impiego pubblico svolto». Ed è andata oltre chiedendo «inoltre di chiarire su quali presupposti sia nata la collaborazione fra il dipartimento di studi europei italo-bosniaco ‘Jean Monnet’ e le strutture sanitarie coinvolte, quali siano i dirigenti di tali strutture sanitarie che hanno acconsentito alla collaborazione e su quali basi giuridico-amministrative abbiano basato tale scelta».

Sono i quesiti girati , al presidente della Regione, Renato Schifani, e all’assessore regionale alla Salute, Giovanna Volo, attraverso un’interrogazione a firma di tutti i deputati del gruppo Pd.

E, tra le righe dell’interrogazione, senza velature è stato rimarcato come «dalle indagini in corso sembrerebbe che la fantomatica rete universitaria non sia mai stata accreditata come istituzione estera operante in Italia dal ministero dell’Università e della Ricerca». E, alla luce di questa premessa «risulta incomprensibile come il dipartimento “Jean Monnet” possa vantare collaborazioni con aziende sanitarie convenzionate con il sistema sanitario nazionale, come ad esempio le Asp di Palermo, Caltanissetta, Agrigento e Trapani, oltre che ospedali e cliniche siciliane, dove gli studenti effettuavano il tirocinio ed esami pratici, in assenza di accreditamento con il ministero dell’Università e della Ricerca… i corsi, svolti esclusivamente in modalità on-line, hanno visto la partecipazione attiva anche di professionisti palermitani, dirigenti regionali, professori universitari, direttori generali e amministrativi delle aziende sanitarie», è un altro passaggio del documento.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 0 / 5. Vote count: 0

Vota per primo questo articolo

Condividi