Home Cronaca «Botte, sputi e ingiurie alla compagna», trentunenne resta in cella 

«Botte, sputi e ingiurie alla compagna», trentunenne resta in cella 

816 views
0

Caltanissetta – Resta in carcere il presunto “marito violento”. È accusato di avere maltrattato e percorso la sua compagna che avrebbe anche continuamente apostrofato pesantemente.

Il provvedimento a suo carico è stato confermato dopo l’interrogatorio di garanzia, sulla scia dell’ordinanza di custodia cautelare emessa a suo carico alcuni giorni fa. Quando il trentunenne, Giuseppe F., originario della Puglia  ma che da diverso tempo vive a Caltanissetta, è stato arrestato dai carabinieri.

Provvedimento a firma del gip Santi Bologna , per le ipotesi di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali aggravate.

La vicenda ha preso le mosse proprio dopo la denuncia presentata dalla donna. Secondo la ricostruzione investigativa, per quattro anni l’avrebbe umiliata – fino ad arrivare a sputarle in viso – e offesa con epiteti pesantissimi.

E sarebbe accaduto anche davanti la figlioletta minorenne. In presenza della piccola l’avrebbe pure presa a botte. Con lei in braccio avrebbe afferrato pure la compagna per i capelli sbattendola contro il muro.

Ma la donna per anni avrebbe taciuto per paura di ritorsioni. Fino a quando di recente, ha deciso di alzare la testa e dire basta a quella situazione infernale che avrebbe vissuto in casa.

E per il compagno è scattato l’arresto, eseguito dai carabinieri che lo hanno rinchiuso in una cella del carcere Malaspina.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 4.7 / 5. Vote count: 3

Vota per primo questo articolo

Condividi