Home Cronaca Caltanisetta, morì in ospedale, prosciolti due medici: è trascorso troppo tempo

Caltanisetta, morì in ospedale, prosciolti due medici: è trascorso troppo tempo

842 views
0

Caltanissetta – Finisce in una bolla di sapone un presunto caso di malasanità. Sì, perché alla fine ti tempo ne è ormai trascorso troppo. E la giustizia, ad ogni modo, deve fermarsi qui. Senza entrare nel meritodlel aquetione.

Così s’è chiuso l processo a carico di un medico di pronto soccorso, Luigi Calvo e una sua collega  di ematologia, Maria Flavia Fatima Fiorenza  – difesi dagli avvocati Giuseppe Panepinto, Massimo Dell’Utri, Gianluca Firrone, Giuseppe Pinella ed Ettore Barcellona –  tutti e due in servizio al «Sant’Elia» di Caltanissetta.

Sono stati chiamati in causa per il decesso di un paziente originario di Resuttano, Francesco Mogavero. L’uomo è deceduto sette anni fa durante il viaggio in ambulanza, mentre lo stavano trasferendo all’ospedale di Palermo. I parenti della vittima – assistiti dall’avvocato Alberto Seggio – inizialmente si erano costituiti parte civile, poi sono usciti dal procedimento.

È al giugno del 2012 che risale la vicenda. Quando l’uomo s’è presentato in ospedale, al pronto soccorso in particolare, perché accusava forti dolori al basso ventre. Poi, dopo primi accertamenti, è stato affidato a ematologia.

Poi, nei passaggi che si sono susseguiti, secondo l’originaria tesi accusatoria, sarebbero emersi nei. Con condotte che gli esperti nominati dalla procura hanno indicato come «negligenti». Di contro i consulenti nominati dalla difesa sono giunti a conclusioni diametralmente opposte.

Ma adesso il giudice, visto che i fatti sono troppo data, ha dovuto pronunciare il non doversi procedere per intervenuta prescrizione.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 0 / 5. Vote count: 0

Vota per primo questo articolo

Condividi