Home Sport Gran bel Natale per la Don Bosco. Le foto di Tanino Romito

Gran bel Natale per la Don Bosco. Le foto di Tanino Romito

939 views
0

MUSSOMELI – Domenica di freddo e vento al comunale Nino Caltagirone dove si sono affrontate la Don Bosco Mussomeli e l’A.C. Gela, due delle migliori squadre del campionato di 2^ categoria girone E. La posta in palio è troppo alta e, nonostante il campo pesante, i 22 giocatori non possono non dare il massimo per fare trionfare i propri colori. Il fulcro del gioco si concentra soprattutto a centrocampo con qualche azione degna di nota nei primi venti minuti, ma poi la Don Bosco, senza mai rischiare, incomincia ad alzare il baricentro del gioco e, nello stesso tempo, riesce ad impensierire il portiere avversario Incardona con azioni ben orchestrate e in velocità. In una di queste azioni, con partenza da fallo laterale ad altezza area di rigore, una bella giocata di Belfiore e Catania manda la palla a Misuraca che insacca per la gioia degli infreddoliti tifosi, sempre più soddisfatti dei risultati che i ragazzi di mister Sorce stanno ottenendo. Ancora qualche azione in contropiede e manovrata per la Don Bosco ma, a un minuto dalla fine del primo tempo, da una quasi palla gol su corner con un’uscita non perfetta del portiere ospite, nasce il contropiede che porta alla punizione da cui scaturisce il pareggio di Cinici, dopo una gran parata di Mantio. Si passa al secondo tempo e qua la musica cambia, con la Don Bosco che vuole i tre punti e lotta con tutte le forze a disposizione per costringere il Gela a restare, spesso e volentieri, nella propria metà campo. In una delle tante azioni, su un tiro dentro l’area, un difensore avversario tocca in modo inequivocabile la palla con il braccio, rigore e fredda trasformazione di Alessi che riporta in vantaggio i locali. Si rischia poco e niente ma su un’altra punizione di Spadaro l’arbitro vede un rigore che neanche gli avversari avevano richiesto e notato. Momento particolare ma la concentrazione del giovanissimo Mantio è esemplare e la parata alla sua destra spettacolare. Alla ripresa del gioco i tifosi del Gela incominciano a tirare bottiglie e di tutto e di più verso la panchina della Don Bosco. Attimi di concitazione ma la calma della squadra di casa aiuta l’arbitro, dopo alcuni minuti di gioco fermo, a riprendere la partita. Cose che con il calcio non dovrebbero aver niente a che fare e che fortunatamente, grazie alla mancata reazione e al buon senso dei ragazzi della Don Bosco, sono cessati sul nascere.  Gli ultimi minuti di gioco vedono solo ostruzionismo da parte della Don Bosco con qualche contropiede insidioso e le solite sostituzione per arrivare all’ultimo secondo. Proprio qui, in questa frazione di tempo, su una palla lunga il Gela, tutto in avanti per tentare di raggiungere il pareggio, oltre a commettere fallo sul portiere, al fischio della fine della partita, mette la palla dentro la rete dei padroni di casa in segno di stizza e accerchia minaccioso l’arbitro, aiutato a raggiungere gli spogliatoi dai dirigenti della Don Bosco.

Queste le formazioni: Don Bosco con Mantio- Calà W.- Mingoia J.- Alessi- Mingoia G.(Noto 81)- Calà D.- Palumbo-Mistretta-Belfiore-(Mancuso 90)-Misuraca (Cardillo 92)- Catania (83 Orlando) a disposizione Cicero- Lanzalaco-Capodici C.- Alio- Piazza.

Gela: Incardona-Virga (87 Mercolino)- Costarelli-Giarrizzo – Buttiglieri- Nicastro Di Dio-Spadaro- Nassi Cinici – Deoma a disposizione Vella-  Garaci- Pisano.

LE FOTO DI TANINO ROMITO

 

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 0 / 5. Vote count: 0

Vota per primo questo articolo

Condividi