Home Eventi Campofranco, gli studenti volano con la fantasia per conoscere il genio Da...

Campofranco, gli studenti volano con la fantasia per conoscere il genio Da Vinci

533 views
0

Campofranco – Non è stato un volo pindarico ma poliedrico ed eclettico, così come era il personaggio a cui è dedicata la scuola.

Lo scorso  15 novembre si è svolto presso il plesso della scuola media di Campofranco l’ennesimo seminario divulgativo avente come tema “le macchine volanti di Leonardo”, sempre nell’ambito del 500° anno dalla scomparsa del genio del rinascimento, a cura dell’associazione di volo libero Ali Sicane.

I ragazzi dell’Istituto Comprensivo  “Leonardo Da Vinci”i, preventivamente preparati all’incontro, hanno risposto con interesse all’iniziativa promossa dai docenti in servizio e dalla dirigente scolastica , professoressa Alessandra Camerota.

Il seminario ha avuto inizio con un excursus storico sulle tematiche riguardanti l’idea di volo umano che aveva Leonardo, sottolineando come il deltaplano incarni perfettamente quell’idea. Leonardo aveva intuito le dinamiche del volo progettando, intorno al 1510, proprio un prototipo di deltaplano, che venne chiamato la Piuma per via della sua forma. Questa macchina, contenuta nel foglio 129 del Codice Atlantico, è stata realizzata nel 2002 con gli stessi materiali con cui sono fatti i moderni deltaplani, di seguito provata da Angelo d’Arrigo in galleria del vento ha generato quelle forze che consentono a un oggetto più pesante dell’aria di sostenersi in volo.

La mattinata è proseguita con il montaggio di un moderno deltaplano e spiegate le modalità d’impiego anche con l’ausilio di alcuni video. È stato eseguito poi un semplice esperimento di fisica sul principio di Bernoulli, da cui   gli studenti hanno dedotto perché un oggetto avente una specifica forma può sostenersi in volo pur essendo più pesante dell’aria. Alla fine, a turno, hanno formulato numerose domande al relatore pilota VDS Bruno Catania, il quale ha risposto in modo esaustivo evitando di scadere in tecnicismi, dando così modo agli studenti di far comprendere, con semplici esempi ed esperimenti, i segreti del volo libero.