Home Cronaca Campofranco trema, il positivo è un barbiere che lavora a domicilio. All’ASP...

Campofranco trema, il positivo è un barbiere che lavora a domicilio. All’ASP i nomi di 40 clienti

126.579 views
0

CAMPOFRANCO – E’ proprio il caso di dire che il virus corre sul filo del rasoio! Un barbiere, sposato di oltre 60 anni che, in barba alle disposizioni restrittive, presta i propri servizi professionali di casa in casa, purtroppo, in una di queste visite vi trova il virus. Fra i tanti clienti, che si sono serviti delle sue prestazioni, anche un medico che collaborava con una casa di cura di un altro paese dove molti erano stati i casi conclamati. Il barbiere avrebbe fatto i nomi di circa quaranta clienti con cui sarebbe venuto in contatto.  A questo punto la paura a Campofranco serpeggia ad ogni angolo del paese, ben quaranta famiglie si trovano in quarantena e saranno sottoposte a tampone. Il Sindaco di Campofranco, rintracciato telefonicamente, dichiara: ”E’una situazione che, come succede nei piccoli paesi, coinvolge tutta la comunità al di là della persona che trattasi. Questa positività mi e’ stata comunicata ufficialmente ieri sera intorno alle 20:00 e subito mi sono allertato e adoperato con i medici ASP di Campofranco in maniera unitaria per seguire il protocollo. La problematica, inutile nasconderlo, si è allargata per i contatti che il soggetto ha dichiarato e per quelli ricostruiti su cui l’ASP sta lavorando. Io stesso sono in contatto tutta la notte con i miei concittadini, giovani, adulti, anziani a cercare di tranquillizzarli e affrontare nel migliore dei modi questa situazione che rischia di destabilizzare una situazione sociale un pò precaria a causa anche di alcuni tentativi di sciacallaggio sociale che non fanno certo bene in questo periodo, con qualche responsabile morale che ne risponderà nelle sedi opportune. Fortunatamente la quasi totalità dei miei concittadini è gente per bene che osserva le regole, il buonsenso e il rispetto dell’altro. Comunque invito i miei concittadini a stare quanto più sereni possibili e uniti, perchè solo così affronteremo al meglio la situazione uscendone vincenti. Invito anche a non assurgersi a ruoli non nostri o ancora a giudici popolari, affidiamoci agli organi preposti e sono sicuro che in breve tempo potremmo dire che ancora una volta la Campofranco buona, la quasi totalità dei miei concittadini, sarà più forte anche del coronavirus.”

 

Non incassiamo finanziamenti pubblici e dal 2007 garantiamo notizie continue e puntuali, 7 giorni su 7, 365 giorni l’anno. Ora i costi sono diventati proibitivi. Per continuare ad essere distinti e distanti dai gruppi che esercitano un potere sul territorio adesso serve il tuo aiuto. In questi 13 anni ti abbiamo informato, pertanto, se hai usufruito del nostro servizio e apprezzato il nostro lavoro, ora ti chiediamo un contributo, anche piccolo. Sostieni Castello Incantato, permettici di continuare a raccontare quello che gli altri non ti dicono.

Versa il tuo libero contributo:

Con bonifico bancario, anche online, intestato ad:  Associazione “Castello Incantato”  CODICE IBAN IT68T0897583380000000011400 (Bcc “San Giuseppe Mussomeli” – causale: donazione liberale per castelloincantato.it).

 

CON PAYPAL O CARTA (clicca sotto)


Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 4.3 / 5. Vote count: 22

Vota per primo questo articolo

Consentici di continuare a garantire il diritto di sapere quello che gli altri non ti dicono. Sostienici!

Con bonifico bancario, anche online, intestato ad:  Associazione “Castello Incantato”  CODICE IBAN IT68T0897583380000000011400 (Bcc “San Giuseppe Mussomeli" - causale: donazione liberale per castelloincantato.it).

CON PAYPAL O CARTA (clicca sotto)

Condividi