Home Cronaca Chiesti 9 anni per abusi su una donna, il giudice vuole risentire...

Chiesti 9 anni per abusi su una donna, il giudice vuole risentire la “verità” di lei 

424 views
0

Caltanissetta – Rischia nove anni di carcere per avere abusato di una donna. Questa, almeno, è la richiesta della procura avanzata nei suoi confronti.

Scure che pende sul capo del trentaseienne SaadeddineAleyi – assistito dagli avvocati Giuseppe Dacquì e Rosario Di Proietto-  che ha chiesto e ottenuto di essere giudicato con il rito abbreviato per l’ipotesi di violenza sessuale, furto e lesioni.

Reati che si sarebbero consumati ai danni di una giovane nissena, esattamente un anno fa.  E lei, costituita parte civile – assistita dall’avvocato Davide Schillaci –  per voce del suo legale ha ricalcato fedelmente le conclusioni del pubblico ministero.  Chiedendo l’affermazione di responsabilità dell’imputato e il risarcimento dei danni.

Ma alla fine il giudice non ha emesso la sentenza ma una ordinanza per disporre l’acquisizione dei tabulati telefonici relativi all’utenza della donna, con la ricostruzione dei contatti da lei avuti il giorno prima di essere stata abusata. E, peraltro, lei stesso dovrà raccontare di nuovo la sua “verità” al cospetto del giudice.

 La presunta violenza si sarebbe consumata  nei primi giorni di  febbraio dello scorso anno. È stato allora che  il tunisino avrebbe invitato una conoscente a casa sua.

Ma ben presto avrebbe allungato le mani su  di lei che avrebbe tentato una reazione. Ma sarebbe stata presa a schiaffi da lui perché si piegasse al suo volere.

E l’avrebbe violentata lì, sul divano di casa sua. Ma non è tutto. Perché prima di lasciarla andare via le avrebbe preso pure i soldi che lei teneva nella sua borsetta.

Soltanto a quel punto, dopo averne abusato e averla derubata, secondo l’impianto accusatorio, le avrebbe consentito di andarsene.

La donna, per vergogna, avrebbe inizialmente taciuto quella violenza, poi ha dovuto fare ricorso alle cure dei sanitari . E a quel punto la vicenda è venuta a galla.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 5 / 5. Vote count: 1

Vota per primo questo articolo

Condividi