Home Cronaca Dimessa due volte morì poi dopo un’operazione, quattro i medici indagati

Dimessa due volte morì poi dopo un’operazione, quattro i medici indagati

988 views
0

Caltanissetta – Omicidio colposo. È l’ipotesi di reato avanzata nei confronti di quattro medici per un ipotetico caso di malasanità. In questa fase dell’indagine sarebbe un atto dovuto.

La vicenda giudiziaria ruota attorno al luttuoso epilogo che ha interessato la cinquantaseienne di Niscemi, Silvana Perticone , deceduta all’ospedale di Vittoria il 21 febbraio scorso. Prima si era presentata all’ospedale di Caltagirone un paio di volte nell’arco di poche ore accusando dolori addominali e altri sintomi ancora. Ma in entrambe le circostanze è stata rimandata a casa con una cura.

Poi i familiari si sono rivolti all’ospedale di Vittoria ed è stata dirottata all’ospedale di Ragusa per una tac. Dall’esame è emerso che doveva entrare subito in sala operatoria. È finita sotto i ferri, a Vittoria, ma il giorno dopo il suo cuore ha finito di battere.

A quel punto i familiari si sono rivolti alla procura chiedendo di fare chiarezza sulla vicenda a partire dai primi accessi ospedalieri, quelli che, forse, le avrebbero potuto salvare la vita. Così i nomi di quattro medici, dei due ospedali in questione, sono finiti nel registro delle notizie di reato.

Gli inquirenti hanno disposto il sequestro delle cartelle cliniche relative al percorso medico seguito dalla donna in quei giorni che hanno preceduto il decesso e l’esame autoptico sulla salma che sarà effettuato a fine settimana.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 1 / 5. Vote count: 2

Vota per primo questo articolo

Condividi