Home Cronaca Droga, condannati due “capi” e per altri 4 imputati fatti prescritti

Droga, condannati due “capi” e per altri 4 imputati fatti prescritti

543 views
0

Caltanissetta – Due di loro sarebbero stati pedine di una rete organizzata di spacciatori. Per altri  quattro sospetti pusher è ormai trascorso troppo tempo. Che, nel concreto, s’ è tradotto in due condanne e reato prescritto per gli altri.

È lo spaccato del processo nato da una costola della maxi inchiesta antidroga «Cobra» che, a sua volta, ha inglobato altri dossier sempre incentrati su movimentazione di stupefacenti.

Le due condanne, a 2 anni e 8 mesi ciascuno, sono state comminate al trentenne Salvatore Luca Curatolo e al ventottenne Alessandro Pilato  – assistiti dall’avvocato Walter Tesauro – i soli a essere chiamati in causa per  associazione a delinquere finalizzata allo spaccio di stupefacenti.

Gli altri quattro, invece, rispondevano di singoli episodi di smercio. E per loro, come chiesto dalla stessa procura, è arrivata la prescrizione.

L’hanno ottenuta la ventiseienne  Veronica Allegro, il quarantatreenne Marcello Toscano, la ventottenne

  Chiara Bellia  e il trentacinquenne Michele Claudio Manganaro – difesi dagli avvocati Maria Francesca Assennato, Dino Milazzo, Martina Vurruso – tirati in ballo – solo per sospetti episodi di cessione di stupefacenti.

Hashish ma anche un po’ di cocaina, in particolare, che durante i loro colloqui telefonici o parlando con clienti, indicavano con un linguaggio criptico nel tentativo di eludere eventuali intercettazioni. Tentativo che, però, è fallito.

E sarebbero stati smerciati, secondo l’accusa, hashish con un costo, per dose da 10 a 20 euro o, ad esempio, cocaina a 150 euro per un grammo e mezzo.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 0 / 5. Vote count: 0

Vota per primo questo articolo

Condividi