Home Cronaca «Falsa intercettazione Crocetta-Tutino», condannati due giornalisti

«Falsa intercettazione Crocetta-Tutino», condannati due giornalisti

407 views
0

Caltanissetta – L’onda lunga di un falso scoop fa scattare la condanna per due giornalisti. A quel tempo collaboratori del settimanale L’Espresso.

Sono stati condannati dal giudice di Palermo, Salvatore Flaccovio a un anno e 4 mesi ciascuno, con pena sospesa , oltre al pagamento di una provvisionale e danni che dovranno successivamente risarcire – l’accusa aveva chiesto 3 anni – per calunnia a un ufficiale dei carabinieri.

Vicenda che è legata alla pubblicazione di un articolo in cui si sarebbe fatto riferimento a una intercettazione telefonica tra l’allora presidente della Regione , Rosario Crocetta e il medico Matteo Tutino ex primario dell’ospedale Villa Sofia.

In quella intercettazione, secondo i contenuti dell’articolo pubblicato poi dal settimanale, in un passaggio il medico, parlando con Crocetta e riferendosi a Lucia Borsellino –  figlia del procuratore aggiunto Paolo Borsellino ucciso dalla mafia –  avrebbe pronunciato una frase del tipo «va fatta fuori come il padre».

Affermazione che poi si sarebbe rivelata assolutamente inesistente. La procura di Palermo non ha mai trovato traccia di questo colloquio. E lo stesso procurato capo aveva seccamente smentito l’esistenza di quella intercettazione

I due giornalisti che l’hanno pubblicata dapprima avrebbe spiegato di avere ascoltato una registrazione poi, invece, di averlo appreso da un ufficiale dei carabinieri che, dal canto proprio, ha sempre negato.

E adesso i due giornalisti sono stati condannati per calunnia allo stesso ufficiale dell’Arma, mentre Crocetta li aveva citati in sede civile ottenendo poi un risarcimento dei danni.

La procura di Palermo, ora, aveva chiesto la condanna dei due giornalisti a tre anni ciascuno contestando pure l’ipotesi di pubblicazione di notizie false, ma è stato già dichiarato prescritto.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 5 / 5. Vote count: 1

Vota per primo questo articolo

Condividi