Home Cronaca «Falso dentista» si difende, non mi spacciavo per medico e qui c’erano...

«Falso dentista» si difende, non mi spacciavo per medico e qui c’erano veri professionisti

907 views
0

Caltanissetta – S’è  difeso a muso duro il sospetto«falso dentista» arrestato da carabinieri e  guardia di finanza. Perché lui, laureato in economia, avrebbe gestito un centro odontoiatrico.

Ma il quarantaduenne nisseno Gianluca Immordino – difeso dall’avvocato Michele Ambra – dinanzi il gip Valentina Balbo ha respinto le accuse.

E ha spiegato che nel centro da lui gestito a Caltanissetta, il«Coi», negli anni si sarebbero avvicendati diversi dentisti siciliani, di Palermo, Catania e Messina in particolare.

E per dimostrare questa sua teoria avrebbe prodotto parecchia documentazione, a cominciare dalle copie delle fatture rilasciate ai clienti.

Ai magistrati ha poi riferito che lui avrebbe fatto solo da tramite tra i medici ed i pazienti, anche nella prescrizioni di alcuni farmaci.

Punto su punto ha poi ribattuto ogni addebito che la procura gli ha mosso e che è stato alla base degli arresti domiciliari che sono scattati a suo carico sull’onda dell’indagine di carabinieri e guardia di finanza.

Indagati a piede libero, invece, l’ex direttore sanitario dello stesso centro odontoiatrico, il trentacinquenne nisseno M.G.,  l’igienista palermitano A.A. trentaseienne e l’odontotecnico nisseno sessantatreenne S.L.M. – assistiti dagli avvocati Davide Anzalone, Boris Pastorello, Giuseppe Di Stefano e Alessandra Geraci –  ai quali è stato contestato il reato associativo.

In più tutti, ad eccezione dell’igienista dentale, sono tirati in ballo per esercizio abusivo della professione. L’amministratore è accusato anche di lesioni a un paio di clienti e truffa legata alla fornitura di un paio di protesesi che sarebbero state difformi da quelle conteggiate sul preventivo prospettato ai pazienti.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 0 / 5. Vote count: 0

Vota per primo questo articolo

Consentici di continuare a garantire il diritto di sapere quello che gli altri non ti dicono. Sostienici!

Con bonifico bancario, anche online, intestato ad:  Associazione “Castello Incantato”  CODICE IBAN IT68T0897583380000000011400 (Bcc “San Giuseppe Mussomeli" - causale: donazione liberale per castelloincantato.it).

CON PAYPAL O CARTA (clicca sotto)

Condividi