Home Cronaca Fondo Progettazione territoriale: 1,2 mln di euro nel nisseno. Beneficiari e ammontare...

Fondo Progettazione territoriale: 1,2 mln di euro nel nisseno. Beneficiari e ammontare dei fondi

331 views
0
Caltanissetta – È stato pubblicato in Gazzetta ufficiale il DPCM che prevede la ripartizione delle risorse del Fondo per la progettazione territoriale, con una dotazione complessiva pari a 161.515.175 euro finalizzata al rilancio e all’accelerazione del processo di progettazione nei comuni fino a 30 mila abitanti, appartenenti alle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Marche, Molise, Puglia, Sardegna, Sicilia e Umbria nonché in quelli ricompresi nella mappatura aree interne. Alla provincia nissena spetta poco piu’ di 1,2 milioni di euro. L’obiettivo è quello di preparare ogni comune a partecipare ai bandi finanziati con le risorse del PNRR, dei Fondi strutturali europei e del Fondo per lo Sviluppo e la Coesione. Gli enti beneficiari, infatti, potranno impiegare i fondi loro assegnati per la messa a bando di premi per concorsi di idee di progettazione in ambito urbanistico e di innovazione sociale. Le risorse dovranno essere utilizzate entro sei mesi, pertanto  i Comuni del mio Collegio interessati dal Fondo, dovranno  compiere tempestivamente tutte le procedure necessarie a ricevere le risorse stabilite”. A darne notizia è il deputato alla Camera del Movimento 5 Stelle Dedalo Pignatone.
Questo  l’elenco degli enti beneficiari della Provincia di Caltanissetta:
Libero consorzio Caltanissetta 500.000
Acquaviva Platani 14.044
Bompensiere 17.070
Butera 20.940
Campofranco 20.940
Delia 23.966
Marianopoli 20.940
Mazzarino 72.145
Milena 23.966
Montedoro 23.966
Mussomeli 72.145
Niscemi 95.362
Resuttano 23.966
Riesi 72.145
San Cataldo 98.387
Santa Caterina Villarmosa 20.940
Serradifalco 50.678
Sommatino 47.652
Sutera 20.940
Vallelunga Pratameno 20.940
Villalba 20.940
Totale fondo 1.282.000

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 5 / 5. Vote count: 1

Vota per primo questo articolo

Condividi