Home Cronaca Francesco a Mussomeli tra gli infermi

Francesco a Mussomeli tra gli infermi

2.620 views
0

Mussomeli – Con il Pontefice e il patrono d’Italia condivide non solo il nome ma anche l’amore per l’essenzialità e la semplicità. Non solo “nomen omen” ma più “più facta che verba”. Il Rev.do Don Francesco Lomanto,  arcivescovo metropolita di Siracusa, è un disarmante e mirabile esempio di umiltà praticata e mai predicata. Così per le feste natalizie, a bordo di un’auto sgangherata, senza onori, orpelli, agi e clamori a cui spesso non rinunciano prelati e fedeli,  è giunto a Natale nella sua casa, nel sue paese: Mussomeli.  Con le persone di sempre, i luoghi di sempre ma l’umiltà di pochi anzi pochissimi. La Santa Messa a Sant’Enrico dove è stato parroco per tanti anni, la visita alla sorelle e al fratello, Don Achille, lo scambio di parole , mai dal pulpito ma sempre  a tu per tu, con i concittadini. Il monsignore, nel suo soggiorno natalizio mussomelese, si è dedicato, soprattutto, alla carità silenziosa. Sono certo che il religioso quando avrà notizia di questo articolo sarà imbarazzato, disdegnando, come sempre,  riflettori e passerelle. Chi scrive, grazie a un fedele anonimo, ha notizia che l’alto prelato, infatti,  in questi giorni ha speso il suo tempo a visitare gli infermi. In modo riservato, discreto e personale. Credo che il suo gesto, in un periodo buio e profondo, sia un altissimo insegnamento morale, per credenti e non, sull’etica del primato dell’uomo sulle cose, della supremazia degli esempi concreti sulle vuote omelie.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 4.4 / 5. Vote count: 37

Vota per primo questo articolo

Condividi