Home Cronaca Frode carosello, via i «sigilli» da una delle nove aziende coinvolte

Frode carosello, via i «sigilli» da una delle nove aziende coinvolte

433 views
0

Caltanissetta – Via i “sigilli” da una delle nove società finita al centro dell’inchiesta sulla frode carosello scoperta da carabinieri e guardia di finanza a inizio dicembre con l’operazione ribattezzata «Chicane»..

È stato il tribunale del riesame di Caltanissetta ad accogliere l’istanza difensiva presentata per la revoca della misura che pendeva sulla società.

Mentre, parallelamente, lo stesso gip di Caltanissetta che aveva firmato l’ordinanza, Emanuele Carrabotta, ha rigettato, di contro, le richieste dell’accusa che, piuttosto, ha sollecitato la misura interdittiva per la stessa azienda.

Quella che era stata applicata nei confronti della «Mastertyressrl»,in precedenza «Gommelandia Service srl», con sede a Roma e con nel ruolo di amministratore il quarantanovenne di Paduli, nel Beneventano, Luigi Ragazzo, che tra le pieghe dell’indagine era stato ritenuto come tra gli ideatori, promotori e organizzatori della presunta rete strutturata.

La società ha così potuto riprendere l’attività perché non sarebbe stata coinvolta in quel giro vizioso ipotizzato da fiamme gialle e carabinieri e che avrebbe avuto in una società sancataldese il cuore dell’intero sistema ritenuto illecito e che avrebbe coinvolto altri dieci indagati e nove società sparse per l’Italia – Roma, Milano, Barletta,   Benevento – ma anche all’estero, a Praga in particolare, nella repubblica Ceca.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 5 / 5. Vote count: 2

Vota per primo questo articolo

Condividi