Home Cronaca «Gestivano piazza di spaccio», chiesta una pioggia di condanne

«Gestivano piazza di spaccio», chiesta una pioggia di condanne

635 views
0

Caltanissetta – Loro, per l’accusa, avrebbero gestito quella consistente movimentazione di droga. Non ha avuto dubbi, in tal senso, la procura che chiesto una pioggia di condanne.

Ben diciassette per l’esattezza, ai danni ai altrettanti sospetti pusher finiti nella rete di un’indagine curata dalla polizia sotto il coordinamento della procura.

Le richieste di pena più severe sono state formulate – seguendo un ordine per entità – nei confronti dei gelesi Cristian Catalano e Aristide Tascone con tre anni carcere;  sono due gli anni proposti nei confronti di Nunzio e Luigi Di Noto; su Benedetto Curvà pende una richiesta di un anno e otto mesi;  nove mesi, invece, per Calogero Peritore e Danilo Radosta; sono otto i mesi per Ciro Schiattarella e Nicola Alessio Comandatore; sei mesi ciascuno a Nunzio Esposito Ferrara, Bartolo Scrivano, Gerico Tallarita, Andrea Sorrentino, Ernesto Privato, Ignazio Brivitello e Giuseppe Vaccaro; chiude il quadro Alessio Balbi con quattro mesi.

Tre, di contro, le proposte assolutorie che sono state avanzate dal pubblico ministero nei confronti di Alessio Tallarita, Luca Incorvaia e Antonio Radicia.

Durante le indagini la polizia avrebbe documentato, grazie a videocamere nascoste, diversi presunti  episodi di smercio di droga.

I sospetti pusher non avrebbero agito come una vera e propria organizzazione strutturata ma, piuttosto, secondo l’accusa, un po’ come “cani sciolti”.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 0 / 5. Vote count: 0

Vota per primo questo articolo

Condividi