Home Cronaca Giallo sulla morte di un ragazzo, dopo più di un anno riaperte...

Giallo sulla morte di un ragazzo, dopo più di un anno riaperte le indagini

817 views
0

Caltanissetta – La teoria del suicidio non ha mai convinto la famiglia. Non s’è mai arresa a quella prima indagine della procura che s’è chiusa praticamente sul nascere catalogando quella morte come volontaria.

Troppi i coni d’ombra, secondo i familiari del venticinquenne Giuseppe Di Dio, che renderebbero lo scenario a dir poco a tinte fosche.

E i tanti elementi posti sul tappeto attraverso indagini difensive, alla fine hanno fatto riaprire un caso che sembrava già destinato a rimanere negli archivi.

Il ragazzo – era il 2 marzo di anno fa – è stato trovato penzoloni da un albero a cui, secondo l’originaria teoria, avrebbe appeso una corda per poi farla finita.

Ma ci sarebbero troppi elementi che non convincerebbero i suoi più stretti parenti. Troppo passaggi ombrosi che lascerebbero spazio anche a deduzioni certamente più inquietanti.

E poi peraltro il giovane Giuseppe – questo i suoi familiari lo hanno sempre rimarcato – non avrebbe avuto alcuna ragione per farla finita.

Con il padre stava mettendo su un’attività imprenditoriale e aveva già programmato il matrimonio con la sua fidanzata. E mai avrebbe mostrato un seppur minimo segnale di scoramento.

Un insieme, quello raccolto dalle indagini difensive, che alla fine ha indotto la stessa procura a riaprire un dossier che era già sugli scaffali.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 4.3 / 5. Vote count: 4

Vota per primo questo articolo

Condividi