Home Cronaca Gli agricoltori ieri riuniti a Palazzo Sgadari

Gli agricoltori ieri riuniti a Palazzo Sgadari

298 views
0

Mussomeli – Ieri sera, presso la sala del Palazzo Sgadari tanti  agricoltori hanno partecipato all’incontro “Sicilia alza la voce”  iniziativa promossa dai coltivatori  che manifestano nel territorio siciliano
La sala era quasi piena – Mario Dilena uno degli  gli organizzatori –  diciamo che molti agricoltori di Mussomeli non erano presenti, comunque confido che nei prossime incontri daranno la loro adesione. Sono stato io, a manifestare quali sono le problematiche, spiegando come funziona la nuova programmazione PAC e gli impegni che hanno gli agricoltori una volta sottoscritta la domanda unica. Impegni che per noi agricoltori, sono attività agricole inusuali e che ci riducono la capacità di produrre e che mettono a rischio la decurtazione del premio comunitario già decurtato in partenza con la riduzione del valore dei titoli e il pagamento parziale degli eco schemi. Queste motivazioni riguardano  tutti gli agricoltori italiani, in Sicilia, inoltre, abbiamo il problema sicittà che sta mettendo a rischio le nostre imprese, perché c’è il rischio di non poter soddisfare il debiti con i fornitori presi durante la campagna agraria.
In sala era presente il  nostro sindaco, l’ onorevole Catania, che ha ascoltato il nostro malessere fino alla fine della riunione e ha preso in considerazione le nostre richieste, ovvero  chiedere uno stato di calamità per la sospensione dei tributi e delle obbligazioni in corso con le banche. Inoltre abbiamo individuato o di rappresentanti che questa sera partecipa all’incontro organizzato a S. Giovanni Gemini con gli agricoltori del loco, ma se vi sono altri agricoltori che vogliono partecipare all’incontro è alle ore 20.00 presso l’aula consiliare sono naturalmente ben accetti . L’incontro – conclude  Dilena-  servirà per organizzare manifestazione con i trattori e altre richieste“.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 1 / 5. Vote count: 4

Vota per primo questo articolo

Condividi