Home Eventi Il Virgilio dice No alla Guerra

Il Virgilio dice No alla Guerra

518 views
0

Mussomeli – e rilancia l’articolo 11 della Costituzione. “L’Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali; consente, in condizioni di parità con gli altri Stati, alle limitazioni di sovranità necessarie ad un ordinamento che assicuri la pace e la giustizia fra le Nazioni; promuove e favorisce le organizzazioni internazionali rivolte a tale scopo”. E’ su questo che gli studenti sono stati invitati a riflettere, nell’ambito didattico dell’Educazione civica che li ha visti protagonisti di una serie di iniziative mirate alla sensibilizzazione sul tema del conflitto armato. Le vittime, in primis, attorno alle quali la scuola si stringe mentre in Europa,  soffiano venti di guerra che si addensano scuri sul suolo ucraino. E la Pace, una conquista. Per niente scontata!. Cartelloni e slogan hanno fatto da cornice alla diretta promossa dalla Tecnica della scuola nella mattinata che il Virgilio ha dedicato a questa triste pagina della storia e ai suoi ragazzi, rendendoli, in qualche modo, protagonisti del loro tempo, fosse solo per poter far sentire la propria voce. Un acceso dibattito in conferenza live “L’iniziativa di pace: l’Italia ripudia la guerra” e poi nel piazzale antistante l’istituto l’esposizione dei cartelloni su uno sfondo di primule giallo-blu. E sotto l’ulivo, simbolo di pace, “L’Italia ripudia la guerra” in tutte le lingue del mondo e il doveroso minuto di silenzio. Nel silenzio che solleva il suo muro di protesta contro la barbarie bellica, le note di “all we are saying is give peace a chance” (tutto ciò che stiamo dicendo è dare una possibilità alla pace) di John Lennon e la speranza che tutto possa cessare quanto prima evitando di aggiungere strazio alla strazio.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 1 / 5. Vote count: 1

Vota per primo questo articolo

Condividi