Home Cronaca Intimidazione al sindaco di Sommatino, i ringraziamenti di Letizia per la pioggia...

Intimidazione al sindaco di Sommatino, i ringraziamenti di Letizia per la pioggia di testimonianze di solidarietà

218 views
0

Sommatino – La pioggia di testimonianze di solidarietà e il lavoro di magistrati e carabinieri è al centro di una lettera aperta di ringraziamento da parte del sindaco di Sommatino, bersaglio nelle scorse ore di una intimidazione. Con un paio di fucilate sparate contro la sua auto.

«La mia più profonda gratitudine – ha esordito il sindaco Salvatore Letizia – va a quanti in queste ore hanno rivolto messaggi di vicinanza e solidarietà alla mia persona, ai miei familiari e alle persone a me più care per quanto accaduto ieri… il mio grazie ai cittadini di Sommatino, ai miei assessori, ai consiglieri comunali, al prefetto Chiara Armenia, al presidente antimafia Antonello Cracolici, all’onorevole Michele Mancuso, all’Anci Sicilia, ai sindaci dei paesi limitrofi, ai nostri sacerdoti, alla comunità scolastica, al mondo della politica, alle organizzazioni sindacali alle varie associazioni presenti nel territorio e alle istituzioni tutte per quanto mi è accaduto. Ringrazio la magistratura e le forze dell’ordine tutte – ha aggiunto – per il tempestivo e celere intervento e per tutto il lavoro svolto in queste ore per comprendere quanto realmente accaduto. Grazie a tutti i dipendenti comunali e la polizia municipale per non aver fatto mancare la loro vicinanza e affetto…Grazie a tutti – è andato avanti – e voltiamo pagina sereni, circoscrivendo l’episodio ad un contesto che innegabilmente denota elementi preoccupanti di ritorno ad un passato di cieca contrapposizione che va arginato subito e da tutti».

Con un rapido flashback ha sottolineato che «fortunatamente non ci sono stati danni a persone… ed è questa la cosa più importante e che mi rincuora».

E, infine, lo stesso sindaco ha esortato «a voltare pagina sereni, circoscrivendo l’episodio ad un contesto che innegabilmente denota elementi preoccupanti di ritorno ad un passato di cieca contrapposizione che va arginato subito e da tutti… Ricordiamo sempre che la democrazia è bella quando è una battaglia di idee e non di violenza», ha concluso.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 0 / 5. Vote count: 0

Vota per primo questo articolo

Condividi