Home Cronaca Jessica Valenza e la lettera aperta ai ragazzi di Mussomeli

Jessica Valenza e la lettera aperta ai ragazzi di Mussomeli

1.637 views
0

Mussomeli – Si rivolge ai ragazzi mussomelesi la giovane neo assessore con delega all’Istruzione e politiche giovanili del Comune di Mussomeli, Jessica Valenza con una bella lettera da cui traspare non solo la responsabilità che la investe a livello istituzionale ma anche, e forse soprattutto, l’ansia di mamma che vive e condivide ogni giorno  la preoccupazione di una situazione angosciosa ed angosciante. L’accorato appello è un invito alla prudenza per quei cari ragazzi, cari figli, a cui la vita sta chiedendo, ancora una volta, un prepotente cambio di passo. Senza neanche il ragionevole preavviso che ci si potrebbe aspettare! Ma già. Perchè proprio così. Le sfide, quelle importanti, quelle che ti segnano e predispongono l’animo al cambiamento arrivano senza chiedere permesso. All’improvviso cari ragazzi non sarete più i padroni del vostro territorio di esplorazione. Vivrete in uno spazio limitato, confinato. E dovrete starci. Ma non tanto e non solo perché ve lo chiede la legge ma perché ve lo chiede la Vita stessa. La vostra, quella degli affetti più cari. Artefici del vostro e dell’altrui destino, responsabili della collettività oggi come non mai.  Il virus non sta risparmiando niente e nessuno, ci ha colpito negli affetti, privato della salute, compromesso nelle attività economiche e professionali. La quotidianità ha subìto un ribaltamento tale per cui quello che fino a ieri era semplicemente impensabile oggi è possibile e quello che era ritenuto “normale” oggi è eccezionale. Uno scenario surreale che davvero solo un anno fa era del tutto impensabile. In un anno è stato scritto un capitolo, scuro per la verità, ma comunque un capitolo importante della storia del mondo. E, poiché i dati che i report quotidianamente ci forniscono, non sono confortanti, dobbiamo ancora fare appello alle nostre risorse illimitate, alla nostra capacità di resistenza. “In qualità di assessore alla scuola esprimo tutta la mia vicinanza e quella dell’Amministrazione a tutto il personale scolastico che, fin dall’inizio della malaugurata pandemia, si è attrezzato per fare fronte nel migliore dei modi all’emergenza”. E se a scuola non si potrà tornare in presenza la DAD continuerà a dare il proprio supporto nella formazione di ragazzi responsabili, cittadini competenti e preparati ad affrontare consapevolmente ogni sfida. Anche la più imprevista e la più improbabile. Purtroppo le varie segnalazioni di assembramenti pervenute in queste ore impongono di ammonire tutti quanti, ragazzi in primis, ad una responsabile condotta di vita. Eccezionale sicuramente ma inevitabile. “Avrei voluto incontrarvi di persona per parlare apertamente ad ognuno di voi” continua il messaggio “per elogiarvi circa il comportamento tenuto durante la prima fase”. Quella più dura. Ma è chiaro, non si può! E perciò anche in questo caso si affida al web un profondo e sentito messaggio di affetto da parte di un organo istituzionale ai suoi cittadini che, nella fattispecie, sono dei cittadini privilegiati perché i detentori del nostro futuro. E questo è bene che i nostri ragazzi lo sappiano: la loro Voce per noi è importante e ci adoperemo al meglio per rendere il più possibile sostenibile un periodo critico come quello che stiamo vivendo. Ricordiamoci che le grandi rivoluzioni sono figlie delle crisi. Anche l’etimologia ci viene incontro ricordandoci che il termine “crisi” viene dal verbo greco “Krino” che vuol dire “discernere, giudicare”, quindi acquisire consapevolezza.

“Stiamo lavorando incessantemente per scongiurare una possibile pericolosa terza ondata adoperandoci con ogni mezzo a nostra disposizione. Vi esorto a rispettare le regole imposte dalla Legge ed invitare tutti quanti a farlo. Distanti oggi per riabbracciarci domani. Insieme ce la faremo”. Si conclude così, con la bella frase che gira sui social e che sembra essere molto appropriata, l’abbraccio virtuale di Jessica Valenza, donna, mamma e assessore, alla sua comunità.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 2.6 / 5. Vote count: 14

Vota per primo questo articolo

Consentici di continuare a garantire il diritto di sapere quello che gli altri non ti dicono. Sostienici!

Con bonifico bancario, anche online, intestato ad:  Associazione “Castello Incantato”  CODICE IBAN IT68T0897583380000000011400 (Bcc “San Giuseppe Mussomeli" - causale: donazione liberale per castelloincantato.it).

CON PAYPAL O CARTA (clicca sotto)

Condividi