Home Sport La Serie A sta diventando la più bella opera d’arte agonistica

La Serie A sta diventando la più bella opera d’arte agonistica

174 views
0

La Serie A sta diventando la più bella opera d’arte agonistica

Il campionato diventa sempre più spettacolare per gioco, statistiche e prodezze, per queste ragioni nel palinsesto dei pronostici sugli incontri della Serie A le quote cambiano soprattutto nella zona Champions, dove ci sono diverse protagoniste.

Quest’anno fra la seconda e la quarta posizione si sono avvicendate prima Milan, Inter e Juventus, ora la Lazio con incursioni della Roma fra le due milanesi. Tra sorprese e delusioni, si riaprono diverse ipotesi per Juve e Inter rispetto alla gestione del prossimo anno, mentre a Napoli è già festa Scudetto, alla faccia della scaramanzia.

Le sfumature sono tante e ogni piccolo segno statistico dipinge un quadro particolarmente bello, una Serie A che può definirsi una piccola opera d’arte agonistica, per l’incredibile gamma di varianti che potrebbe offrire a fine stagione.

 

La Cremonese non molla ed è la migliore ultima

Di solito siamo abituati a guardare le ultime in classifica abbandonarsi a se stesse, ma per la Cremonese la situazione è diversa, perché le statistiche di Serie A 2022 – 2023 mostrano che è la squadra che ha effettuato più parate: 115 in 27 gare. Certo, i gol subìti sono 49 ma questo spiegherebbe anche come i Grigiorossi di Ballardini sono arrivati fino alla semifinale di Coppa Italia, facendo fuori prima il Napoli e poi la Roma. C’è tanta qualità in questo club e nonostante i paradossi statistici, potrebbe rivelarsi una sorpresa insospettabile nel finale di stagione.

La Juventus è la squadra che ha vinto di più dopo il Napoli

Un’altra piccola opera d’arte che disegna sulla tela delle statistiche grandi numeri, è la Juventus di Allegri, che quest’anno sta vivendo diversi periodi di tira e molla, top e flop, penalizzazioni e rimonte, il tutto con uno score di 17 vittorie su 27 partite, di cui 8 consecutive senza subire reti. I Bianconeri rappresentano il secondo club che ha vinto di più, dopo le sorprendenti statistiche dei Partenopei.

Le Aquile di Sarri volano con la difesa

Sorprendono anche i dati statistici della Lazio, che orfana delle migliori prodezze di Immobile per le sue prestazioni non al top, fa di necessità virtù e mette in campo una delle migliori difese del campionato con soltanto 19 gol subìti nelle prime 27 gare. L’obiettivo stagionale delle Aquile è volare più in alto possibile verso il secondo posto.

 

La Viola comanda le statistiche di Conference League

La Fiorentina (insieme alla Lazio) è la squadra più in forma nelle ultime 5 gare, ma il vero spettacolo è in Conference League dove sta mettendo a segno delle statistiche eccellenti.

La Viola è la squadra che ha realizzato più gol in Conference, guida la classifica con 26 reti, seguita dall’altro grande favorito, il West Ham, con 19 reti.

Jovic domina la classifica marcatori con 6 reti ed è il calciatore che ha effettuato più tiri nello specchio della porta, ben 13, Kouamé è al primo posto per assist determinanti forniti ai compagni, a quota 5, Cabral è al secondo posto per numero di tiri effettuati in porta, a quota 11, pari merito con Odgaard dell’Az Alkmaar. In tutto ciò, c’è anche la semifinale di Coppa Italia contro la Cremonese.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 0 / 5. Vote count: 0

Vota per primo questo articolo

Condividi