Home Politica L’opposizione: “Sulla viabilità il sindaco racconta bufale e si prende meriti non...

L’opposizione: “Sulla viabilità il sindaco racconta bufale e si prende meriti non suoi. Ecco come stanno le cose”.

1.824 views
0

MUSSOMELI – “Continua in modo spregiudicato  la campagna elettorale e di disinformazione del Sindaco Catania, noncurante della fase particolare   e drammatica che sta attraversando il paese”. A denunciarlo i consiglieri d’opposizione che in una nota puntano il dito contro il sindaco reo di attribuirsi risultati non conseguiti e fornire informazioni inesatte propagandistiche”. “Il sindaco – si legge –  lascia intendere che grazie ai suoi buoni auspici e  alla sua provvidenziale lavoro vengono ultimate opere in provincia di Agrigento. A breve si intesterà il merito Questa scelleratezza ci pone l’obbligo di ripristinare la verità in un momento in cui tacere, lasciare da parte le bugie e concentrarsi sulle misure di limitazione di contagio dovrebbe essere la priorità di ogni sindaco. Ma Catania ha imboccato un’altra via, alla responsabilità preferisce la bugia

Dai giorni scorsi ad oggi, imperterrito – proseguono dall’opposizione –   il Sindaco di Mussomeli, tramite i suoi canali social,  continua ad annunciare, in evidente contrasto con la verità  che, grazie all’impegno e alla pressione positiva esercitata dalla sua Amministrazione, sono iniziati i primi interventi di manutenzione su alcune strade provinciali. E continua con un lungo elenco di interventi. Tutto falso. Tale post del primo cittadino è l’ennesima riprova che la sua campagna elettorale, che perdura oramai da 5 anni, è una sistematica campagna di disinformazione, è una continua ricerca di consensi millantando competenze che non possiede e risultati mai conseguiti.

Sul tema della viabilità, poi, il tentativo maldestro di questa Amministrazione di attribuirsi un qualche merito appare un’offesa all’intelligenza dei cittadini che ascoltano e leggono, e che vivono quotidianamente le difficoltà di spostarsi all’interno del nostro territorio.

Sui lavori elencati, l’Amministrazione comunale di Mussomeli non soltanto non può esercitare la benché minima influenza, ma non può neanche rivendicare alcun merito in quanto gli interventi sono promossi da altri Enti, dalla ex-Provincia di Agrigento per quanto riguarda la bretella San Giovanni Gemini – Acquaviva Platani, dall’Assessorato Regionale Infrastrutture per quanto attiene la S.P. 37 Salita Serradifalco e la S.P. 16 Mussomeli – Villalba, e dalla ex-Provincia di Caltanissetta per tutti le restanti opere di manutenzione stradale.

Ma a dire come stanno veramente  – continuano ancora i consiglieri di minoranza – le cose  e se si è lavorato bene, ci pensano i fatti. Quello che ci chiediamo e chiediamo ai cittadini sono semplici interrogativi. In questi ultimi 5 anni lo stato delle strade urbane e provinciali che interessano il nostro paese è migliorato? Ci spostiamo con più facilità? Cosa ha fatto questa Amministrazione per migliorare la situazione? A parte asfaltare qualche arteria stradale (seguita personalmente da qualche assessore, chissà come mai), il nulla. Ha avallato (qualcuno dice ha promosso) la genialata dell’installazione del Ponte Bailey, intervento che da temporaneo, utile a ripristinare nel più breve tempo possibile la viabilità (e ci sono voluti 6 mesi), è diventato definitivo. Ha promosso con notevole spreco di tempo, con conferenze stampa, comunicati, atti deliberativi, convocazione di consigli comunali straordinari, una richiesta impraticabile: la modifica di classificazione in strade di interesse nazionale di alcune strade provinciali, giusto quelle strade provinciali interessate ora dai lavori di manutenzione e su cui si cerca di mettere il cappello. E infine, la responsabilità più grave, quella che pesa e peserà come un macigno su di noi, cittadini di Mussomeli: aver fatto perdere, per mancanza di progetti, quasi 15 milioni di euro, che dopo decenni un Governo nazionale, il Governo Renzi, aveva stanziato per collegare Mussomeli a Caltanissetta.

Come tutti oramai sanno e come è stato ampiamente documentato in aula consiliare, con la rimodulazione del Patto per il Sud dell’08.08.2019, ci sono stati sottratti e destinati altrove i 12 milioni e 500 mila euro originariamente stanziati per la realizzazione della strada Mussomeli-Caltanissetta e 1 milione e 770 mila euro originariamente stanziati per la realizzazione della Cordovese-Fondovalle, e tutto questo perché l’Amministrazione del Comune di Mussomeli, ente beneficiario del finanziamento (nonostante le strade fossero di proprietà provinciale), affaccendata in altro, non è riuscita in questi anni a presentare progetti.

Ad oggi, dopo 4 anni, la prima convocazione del Sindaco a Palermo, infatti  risale al 15.12.2016, l’Amministrazione Catania non ha ancora presentato alcunché sulla Cordovese-Fondovalle, come facilmente documentabile tramite Pec ricevuta dalla stessa Struttura Commissariale,  mentre è stata aggiudicata da qualche giorno la gara per la progettazione esecutiva  della Mussomeli-Caltanissetta (ad onor del vero si attende ancora l’aggiudicazione definitiva). L’anno prossimo, insomma, avremo il progetto esecutivo ma non abbiamo più i 12 milioni e 500 mila euro per realizzarlo!

Spieghi queste cose il Sindaco ai cittadini – concludono i consiglieri d’opposizione – , spieghi perché sono state confermate le somme ai tantissimi comuni interessati dal Patto per il Sud, tra cui il comune di Acquaviva (1 milione e 400 mila euro), Cammarata (3 milioni e 600 mila), San Cataldo (2 milioni e 35 mila euro), Sutera (2 milioni e 300 mila euro), Villalba (939 mila euro) e sono stati sottratti al nostro Comune e se vuole dare almeno per una volta una prova seria di attaccamento al paese, chieda scusa ai concittadini per tutte le bugie che ha profuso in questi anni senza risparmiarsi nulla”.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 0 / 5. Vote count: 0

Vota per primo questo articolo

Condividi