Home Cronaca Muos di Niscemi, ministero della difesa condannato a pagare le spese processuali

Muos di Niscemi, ministero della difesa condannato a pagare le spese processuali

253 views
0

Niscemi – Il volere del Comune non era ininfluente. Anzi. Tutte le strutture poi realizzate per il Muos di Niscemi dovevano passare per il vaglio  dell’amministrazione locale.

Un principio, questo, che ha sancito il tar Sicilia accogliendo il ricorso presentato dalla stessa amministrazione niscemese. Così, nell’annullare l’atto, ha condannato il ministero della difesa al pagamento delle spese processuali.

Sostanzialmente tutti i lavori del sistema di comunicazioni satellitari militari sorto a più riprese all’interno della riserva naturale avrebbe necessitato del parere del Comune.

Era stato il ministero della difesa a dare il via libera per tutti gli interventi all’interno della sughereta di Niscemi.

La nascita del Muos è stata al centro di mille battaglie, e non solo a suon di carte bollate. È finita pure al centro d’inchiesta e i più accesi sostenitori del no, sull’onda delle azioni di protesta spontanee e delle occupazioni poi decise, sono finite sotto indagine. In prima battuta una quindicina per di resistenza e lesione a pubblico ufficiale

E sotto processo, in passato sono finiti pure funzionari regionali e imprenditori che poi sono stati assolti per abusivismo edilizio e violazione della legge ambientale.

Sette anni fa, poi il Consiglio di giustizia amministrativa ha bocciato i tre ricorsi presentatda altrettante associazioni ambientaliste.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 5 / 5. Vote count: 2

Vota per primo questo articolo

Condividi