Home Cronaca Nascondevano migliaia di semi di cannabis, chiesto il processo

Nascondevano migliaia di semi di cannabis, chiesto il processo

636 views
0

Niscemi – Su loro il sospetto di volere fare affari con la droga. Mettendosi in proprio, secondo un sistema sempre più diffuso negli ultimi anni – con il fai da te.

Questa il teorema accusatorio a carico di tre sospettati per i quali la procura ha chiesto l’apertura di un procedimento a loro carico.

Sono due niscemesi Giovanni Guglisi e Melchiorre Di Modica e il gelese Salvatore Nardo finiti al centro di un’indagine della polizia.

E per questa vicenda a loro carico è pure scattato, a quel tempo, il provvedimento restrittivo. Sì, perché sette mesi addietro gli agenti hanno effettuato una scoperta che ha cacciato i tre nei guai.

Durante un’ispezione, infatti, i poliziotti hanno rinvenuto un più che consistente quantitativo di semi di canapa indiana. Qualcosa come 3.500 sementi che sarebbero state pronte, secondo la tesi accusatoria di polizia e magistrati, per essere impiantati.

Più in dettaglio quella mattina d’inizio marzo scorso, era il 2 di quel mese, gli agenti hanno scoperto 32 seminiere alveolari tutte di polistirolo di cui ognuna in grado di accogliere 112 piantine, oltre alle migliaia di semi di cannabis

Secondo gli inquirenti i tre avrebbero avuto l’intenzione di mettere su una piantagione da sistemare all’interno di un paio di serre.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 3 / 5. Vote count: 2

Vota per primo questo articolo

Condividi