Home Cronaca Nessun legame tra patologie e contatti di operai con l’amianto, assolto un...

Nessun legame tra patologie e contatti di operai con l’amianto, assolto un drapppelo d’imputati

477 views
0

Caltanissetta – Nessuna responsabilità per presunte patologie sospette ritenute legate all’amianto. Lo ha sancito un procedimento che ha acceso i riflettori sulla questione.

Ma alla fine del procedimento gli imputati, responsabili di ditte dell’indotto Eni dello stabilimento gelese, sono stati tutti assolti.

Questo l’epilogo, dal punto di vista giudiziario per ben oltre una trentina d’imputati. Un lungo elenco che comprendi i nomi di Alessandro Colnaghi,  Alfonso Valerio,  Antonio Catanzariti,  Armando Grassi,  Arturo Borntragger Francesco Mauro,  Giancarlo Barbieri,  Giancarlo Fastame,  Giorgio Clarizia,  Giorgio Daumiller  Giuseppe Farina,  Giuseppe Genitori,  Gregorio Mirone,  Rocco Ardore,  Salvatore Verniccio,  Salvatore Vitale,  Vito Milano, Antonio Catanzariti,  Arturo Borntragger,  Francesco Cangialosi,  Giancarlo Barbieri,  Giancarlo Fastame,  Giorgio Clarizia,  Giuseppe Di Stefano Giuseppe Farina,  Giuseppe Genitori D’Arrigo,  Giuseppe Lisciandra Gregorio Mirone,  Guido Caporale,  Luigi Pellegrino,  Pasqualino Grandizio,  Salvatore Vitale,  Sebastiano Caporale e  Vito Milano.

Gli accertamenti compiuti dalla procura non avrebbero rilevato responsabilità, a vario titolo, per casi di malattia di operai che sarebbero stati a contatto con amianto. Mentre, invece, nella fase embrionale delle indagini sono stati sollevati sospetti. Ora tutti caduti.

Tant’è che alla fine è la stessa accusa ha chiesto l’assoluzione per tutti gli imputati e così è stato il verdetto finale che ha pienamente riabilitato tutti, chiudendo sostanzialmente le porte in faccia alle parti civili che si sono costituite.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 5 / 5. Vote count: 2

Vota per primo questo articolo

Condividi