Home Cronaca Ordine degli avvocati, il presidente Saia: «Vigilerò sull’autonomia scoraggiando ogni iniziativa propagandistica»...

Ordine degli avvocati, il presidente Saia: «Vigilerò sull’autonomia scoraggiando ogni iniziativa propagandistica»  

307 views
0

Caltanissetta – È sulla recente elezione per  il rinnovo dei vertici del consiglio dell’ordine  degli avvocati che il neo presidente, l’avvocato Alfredo Saia, è sceso in campo

«Quanto recentemente riportato dalle cronache, a proposito del rinnovo del Consiglio degli avvocati della nostra città che mi onoro adesso di presiedere, merita i necessari chiarimenti che ritengo oggi opportuno rassegnare», ha esordito.

«Devo premettere che il Consiglio dell’ordine degli avvocati non è un organo politico, come le associazioni rappresentative – come Camera Penale, Camera Civile, Aiga e altro ancora –  ma una istituzione che rappresenta tutti gli avvocati; nell’interesse degli iscritti, cura la tenuta degli albi, la formazione e l’aggiornamento, i rapporti con il consiglio di disciplina, i rapporti con i magistrati con cui l’avvocatura è chiamata a gestire il servizio giustizia, predisponendo i servizi migliori per gli avvocati, con la diligenza e la trasparenza che da sempre lo contraddistingue», è andato avanti.

«Come tutte le precedenti consultazioni, anche quella appena conclusa ha registrato una contrapposizione tra distinte compagini, che ha portato all’elezione finale degli undici consiglieri. Dopo il voto, l’assegnazione delle cariche ha democraticamente rispettato la componente maggioritaria dei candidati cui i colleghi hanno accordato le loro preferenze ed il loro consenso prevalente», ha aggiunto.

«Definito questo aspetto il Consiglio, già dalla prossima convocazione, presterà il proprio servizio nella sua collegialità e nell’interesse di tutti gli iscritti. Mai saranno consentite dalla mia presidenza dinamiche tese a mortificare diversità di vedute e di opinioni: tutti i consiglieri eletti sono avvocati di spessore ed esperienza, vere e proprie risorse del foro nisseno, per cui tutti saranno messi nelle condizioni di porsi al servizio degli iscritti per quanto necessario svolgere al servizio della classe», ha proseguito.

«Le esternazioni giornalistiche che in questi giorni hanno riferito di faide o di presunte spaccature – probabilmente dovute alle ambizioni individuali andate deluse per l’esito del  voto conseguito – rischiano di  introdurre  una realtà dei fatti inutilmente polemica e distorta, ma soprattutto si collocano in aperto contrasto con quello spirito di lealtà dialettica che deve ispirare, una volta eletti, l’attività istituzionale di tutti i membri del consiglio, di cui per la fiducia e la funzione che mi sono state riconosciute sono e sarò  sempre attento garante …Ed è per tale ragione che, in questa sede, eviterò di tornare su quanto sostenuto», ha poi tagliato corto

«Con altrettanta fermezza, nel sottolineare come l’attività del consiglio dell’ordine è per sua stessa natura rivolta essenzialmente alla sfera professionale degli avvocati iscritti, vigilerò sull’autonomia dell’organo scoraggiando, nel rispetto delle norme anche deontologiche, ogni iniziativa propagandistica o eventuali comunicazioni a titolo personale che si collochino al di fuori della volontà comune espressa dal Consiglio», ha concluso il neo presidente Saia.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 0 / 5. Vote count: 0

Vota per primo questo articolo

Condividi