Home Cronaca Padre-padrone molesto, il tribunale: deve stare lontano da moglie e figlie

Padre-padrone molesto, il tribunale: deve stare lontano da moglie e figlie

920 views
0
immagine di repertorio

Caltanissetta – Gli è stato categoricamente vietato di avvicinarsi alla moglie e alle figlie. Questa la misura che è stata applicata a un quarantasettenne gelese indagato per maltrattamenti in famiglia.

Sì, perché avrebbe vessato e minacciato la moglie con frasi del tipo «ti sparo in testa», «ti porterò al punto da farti buttare dal balcone», pronunciando queste parole anche davanti le figlie.

Un atteggiamento da padre, padrone con tanto di presunte minacce e pesantissime offe, che avrebbero creato in casa un clima di terrore.

Tant’è che la donna, a un certo punto, temendo per la sua incolumità ha lasciato la sua casa trasferendosi addirittura in un altro comune.

A lui, al marito molesto, è stato imposto il divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla moglie e dalle figlie e del divieto di dimora nel territorio della provincia delle stesse donne.

Ma v’è dell’altro. Sì, perché con il provvedimento disposto dal tribunale di Gela, su richiesta della procura, è stato ordinato al quarantasettenne di mantenersi almeno a trecento metri di distanza dai familiari e di non comunicare con loro se prima non autorizzato del giudice.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 0 / 5. Vote count: 0

Vota per primo questo articolo

Condividi