Home Cronaca Pedone travolto e ucciso, giovane in aula per un altro processo  

Pedone travolto e ucciso, giovane in aula per un altro processo  

454 views
0

Caltanissetta – È stato chiamato sul banco degli imputati per un secondo processo che ruota attorno allo stesso incidente mortale.

Secondo procedimento non perché sia in appello ma perché a suo carico sono scattate imputazioni differenti che hanno dato vita a distinti dossier.

In questo caso il stato ventiduenne nisseno Kevin Lombardo  – assistito dall’avvocato Cristian Morgana – è accusato di omissione soccorso e fuga stradale.

Mentre è stato già processato e condannato, in primo grado, per omicidio colposo. Tutti e due i procedimenti fanno riferimento alla stessa disgrazia.

Quella legata alla morte del ventottenne pakistano Mohamed Rafiq Towffeq che, all’alba del 10 aprile di quattro anni fa, in contrada Bulgarella, lungo la strada Caltanissetta-Delia, sarebbe stato travolto dall’auto guidata dall’imputato.

L’investito è deceduto una ventina di giorni dopo in ospedale dopo esser stato sottoposto a intervento chirurgico.

Il caso, per la procura, sarebbe stato da archiviare e così è stato. Solo diverso tempo dopo, grazie alle indagini difensive dell’avvocatessa Vania Giamporcaro, che assiste il fratello della vittima, il dossier è tornato in procura e, in questo caso, è scattata l’imputazione per il giovane automobilista.

Lui che, dal canto proprio, s’è difeso sostenendo di non essersi accorto, in quei momenti, di avere investito qualcuno.

Ma quando più tardi si sarebbe reso conto dell’accaduto, insieme al padre si è presentato in questura raccontando la sua verità. Aspetto, questo, confermato anche in aula dalla polizi

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 0 / 5. Vote count: 0

Vota per primo questo articolo

Condividi