Home In Primo Piano Pino Sorce: “Disponibile a candidarmi a sindaco di Mussomeli”. L’intervista

Pino Sorce: “Disponibile a candidarmi a sindaco di Mussomeli”. L’intervista

5.580 views
0

Mussomeli – A Mussomeli e in tutta la provincia nissena, nell’ambiente medico e tra i cittadini, la considerazione di cui gode ha un peso specifico superiore a quello dell’uranio. Pino Sorce, stimatissimo ed eccellente chirurgo, ha sciolto la riserva e ha dato la sua disponibilità a partecipare alle prossime elezioni comunali con l’obiettivo di guidare il paese. Una notizia esplosiva destinata a scuotere l’ambiente politico manfredonico con la forza dirompente di una bomba atomica. L’intervista.

Chi Le ha proposto di scendere in campo, forze politiche o cittadini?

Da tempo ricevo innumerevoli attestati di stima e affetto da parte di tantissimi concittadini, donne e uomini di differenti appartenenze politiche, che vedrebbero in me la persona che meglio potrebbe rappresentarli alla guida di un’Amministrazione efficiente, seria, trasparente e onesta. Questo affetto e stima, oltre ad inorgoglirmi, mi inducono, oggi, a dichiararmi disponibile alla candidatura a sindaco di Mussomeli, sfida che affronterei con poche chiacchiere e tanta passione, impegno, lealtà e senso del dovere, elementi che hanno caratterizzato fino ad oggi la mia vita lavorativa. Chiaramente mi rivolgo a queste persone e a tutti quelli che, liberi da preconcetti, vorrebbero impegnarsi accanto a me, ritenendomi un candidato credibile, per portare avanti un progetto per la città di Mussomeli.

Dopo tanti dinieghi del passato, quali sono le ragioni che L’hanno indotta questa volta a dare la Sua disponibilità?

È vero, in passato ho sempre declinato i vari inviti che mi sono pervenuti a candidarmi alla carica di primo cittadino. Sono stato per tre legislature consigliere provinciale, esperienza sicuramente formativa, ma ho sempre ritenuto che fare il sindaco fosse cosa ben diversa, richiedesse quell’impegno e quella disponibilità di tempo che, in passato, dedito totalmente alla mia professione, non ho mai avuto. Oggi è diverso. Il mio percorso professionale mi permetterebbe di dedicarmi ad altro ed è così che nasce la mia disponibilità a candidarmi e a fare ancora di più per il paese in cui ho scelto di lavorare e vivere con la mia famiglia.

Tante emergenze e criticità affliggono Mussomeli, qual è la sua terapia per salvare questo paese morente?

Nessuno ha la bacchetta magica. Oggi, più degli anni precedenti, si assiste alla fuga di tante persone, giovani e meno giovani, e questo la dice lunga sulle condizioni economiche e sociali di questo paese. Molto c’è da fare, le emergenze sono tante, su tutte l’isolamento a cui siamo costretti a vivere in conseguenza di una viabilità oggi inesistente, che si ripercuote negativamente su tutte le attività dei mussomelesi e delle aziende locali. È una sfida difficile, ma con l’impegno, la serietà e il contributo di tutte le persone che spero mi accompagneranno in questo percorso, sono fiducioso di riuscire a migliorare le condizioni in cui si trova oggi Mussomeli.

Qualcuno mormora che una Sua eventuale elezione sarebbe strumentale a candidature in tornate elettorali regionali o nazionali…

La mia disponibilità a candidarmi a sindaco è da ricondurre soltanto al desiderio di amministrare per i prossimi cinque anni Mussomeli, mettendo i miei concittadini e l’interesse collettivo al centro del progetto. Non cerco assolutamente rampe di lancio per future carriere politiche, vorrei solo dedicarmi a governare il mio paese con la stessa dedizione e lo stesso spirito di sacrificio con cui ho svolto la mia attività professionale.

Se dovesse essere eletto, quale sarebbero le priorità e le questioni a cui dare precedenza?

Come ho detto in precedenza, le criticità sono molteplici. Oltre al problema relativo alla viabilità e al rischio spopolamento, uno dei temi che bisognerebbe affrontare sin da subito molto seriamente è quello riguardante il futuro del nostro ospedale, struttura a cui ho dedicato la mia vita, non lesinando energie e tempo, e a cui oggi mi dedicherei anche sotto altra veste, quella di amministratore.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 2.3 / 5. Vote count: 3

Vota per primo questo articolo

Condividi