Home Cronaca Porta stupefacenti in carcere alla familiare ma l’ingoia alla vista dei cani...

Porta stupefacenti in carcere alla familiare ma l’ingoia alla vista dei cani antidroga, scoperto e denunciato

623 views
0

Caltanissetta – Porta la “roba” in carcere a una sua familiare ma, alla vista dei cani antidroga, la ingoia nel tentativo di evitare guai. Ma è stato ad ogni modo scoperto e denunciato.  È accaduto al carcere Pagliarelli di Palermo.

A ufficializzarlo è stato il segretario regionale del Sindacato autonomo di polizia penitenziaria, Calogero Navarra.

È stato lui stesso a ricostruire la vicenda.

«Un uomo – spiegato – è stato fermato e denunciato per avere introdotto droga in carcere alla familiare congiunta.  Accortosi della presenza delle unità cinofile della polizia penitenziaria, ha inghiottito un piccolo involuto ma è stato visto dai poliziotti».

E il suo racconto è andato avanti. «Dopo l’intuizione del collega l’uomo è stato perquisito, estendendola poi alla sua macchina. Successivamente, su disposizione dell’autorità giudiziaria, è stato sottoposto ad esami strumentali – in particolare radiografie – all’ospedale più vicino… l’esito è stato positivo. Lui stesso – è andato avanti Navarra – ha ammesso che, una volta vistosi scoperto, ha ingerito la sostanza stupefacente e da cedere alla familiare detenuta durante il colloquio… è stato denunciato in stato di libertà», ha concluso il suo racconto.

Quanto sull’accaduto lo stesso Capece ha rimarcato che «il plauso del Sappe va alla professionalità, abnegazione e astuzia del personale del corpo di polizia penitenziaria che, ancora una volta in maniera brillante, con immediata risoluzione investigativa e con un professionale intervento hanno stroncato sul nascere la detenzione e l’uso di droga in carcere», ha commentato.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 2.3 / 5. Vote count: 3

Vota per primo questo articolo

Condividi