Home Cronaca Prima arrestata e poi assolta, ma non sarà risarcita

Prima arrestata e poi assolta, ma non sarà risarcita

563 views
0

Caltanissetta – Prima arrestata e poi assolta. Ma non avrà diritto a un risarcimento. La giustizia, in tal senso, le ha chiuso definitivamente la porta in faccia.

Anche nell’ultimo passaggio utile in aula è arrivato il «no». Questa volta dalla Suprema Corte che non ha accolto le richieste della difesa.

E così per una delle coinvolte in una maxi indagine di mafia, Giovanna Guaina, è arrivato il nulla di fatto per la richiesta d’indennizzo.

La donna era stata già ritenuta non colpevole al termine del primo processo. E quel pronunciamento emesso dal Collegio giudicante non è stato più impugnato dalla procura.

Ma nonostante il verdetto della giustizia penale l’abbia riconosciuta innocente, nulla le è dovuto quanto a un eventuale risarcimento. Questo, almeno, è quanto hanno deciso i giudici.

La donna è stata sospettata di avere avuto contatti con parenti di un presunto esponente di Cosa nostra. Ma da questa accusa ne era poi uscita pulita.

Il diniego alla richiesta d’indennizzo per ingiusta detenzione sarebbe legato ad alcuni elementi che, ad ogni modo, avrebbero indotto gli inquirenti a ritenere che il reato si fosse consumato. Così da giustificare, in quella fase, la misura cautelare.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 5 / 5. Vote count: 1

Vota per primo questo articolo

Condividi