Home Cronaca Rubano 900 chili di “oro rosso”, arrestati e scarcerati

Rubano 900 chili di “oro rosso”, arrestati e scarcerati

1.089 views
0

Caltanissetta – È per un furto di qualcosa come 900 chili di rame che sono stati arrestati. Tre presunti ladri in trasferta, come sono stati indicati dalla polizia.

Ma alla fine il terzetto, dopo l’udienza di convalida, è tornato in libertà. Perché intercettati il giorno dopo il maxi furto e, peraltro, in un’area a parecchi chilometri di distanza.

Al centro della vicenda il quarantaduenne Iulian Guriuc, il ventenne Ciprian Petru Boicu e il trentasettenne Costantin Bogdan Ursache – assistiti dagli avvocati Carmelo Terranova e  Giovanni Augello – tutti e tre di origine rumena, ma i primi due sono ormai riesini d’adozione perché da diverso te vivono nel centrio del Nisseno.

Sono stati arrestati per furto aggravato in concorso. Perché, secondo la tesi accusatoria, avrebbero rubato 900 chilogrammi di rame. Materiale che sarebbe stato preso portando via cavi della media tensione dell’Enel  nelle campagne di Vittoria.

Ma il terzetto è stato intercettato il giorno dopo nel Palermitano. In particolare sono stati gli agenti dei commissariati di Comiso e Palermo Brancaccio ad arrestarli-

Nella successiva convalida il pm di Palermo, ,  Ilaria De Somma, ha chiesto gli arresti domiciliari per i due riesini d’adozione e il carcere per il terzo, che si sarebbe difeso asserendo di non saperne niente e che erano arrivati nel Palermitano solo per bere una birra.

E alla fine il giudice, accogliendo la tesi dell’avvocato Terranova, ha rimesso in libertà i tre sospetti ladri di oro rosso.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 4.7 / 5. Vote count: 3

Vota per primo questo articolo

Condividi