Home Cronaca «Simularono aggressione», coppia condannata: risarciranno il calunniato

«Simularono aggressione», coppia condannata: risarciranno il calunniato

408 views
0
immagine di repertorio

Caltanissetta – Loro quell’aggressione lamentata e per la quale lo hanno pure querelato, l’avrebbero totalmente inventata. Anzi, i ruoli sarebbero stati inversi. E da accusatori si sono trovati imputati.

È la “lettura” della sentenza che lo ha sancito. Perché marito e moglie sono stati condannati per avere calunniato l’altro che, invece, avevano querelato per lesioni.

Ma a subirle sarebbe stata proprio l’adesso parte civile  – assistita dall’avvocato Davide Anzalone – alla quale il giudice ha anche riconosciuto una provvisionale di 4 mila euro e il diritto a un risarcimento dei danni da stabilire in un procedimento dedicato.

Dovranno sborsarlo i nisseni Michele F. e la moglie, Rosalba Catena L.  – difesi dall’avvocato Walter Tesauro – entrambi quarantatreenni condannati dal giudice a un anno e sei mesi ciascuno per calunnia.

In più il giudice ha disposto la trasmissione degli atti alla procura, nei confronti dell’imputato, per l’ipotesi di lesioni. Per una questione di competenza in merito al reato.

Tutto è legato a un piccolo incidente stradale tra la moto della parte civile e l’imputato. Poi il marito di lei – è la ricostruzione dell’accusa – avrebbe malmenato il malcapitato centauro.

Ma qualche tempo dopo la coppia ha presentato una querela nei confronti dell’altro, accusandolo di averli malmenati. Ma la realtà, per accusa  e giudice, sarebbe stata ben diversa.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 3 / 5. Vote count: 2

Vota per primo questo articolo

Condividi