Home Cronaca Sparò contro la casa della sua ex fidanzata, chiesti tredici anni per...

Sparò contro la casa della sua ex fidanzata, chiesti tredici anni per un giovane

445 views
0

Caltanissetta – Tredici anni di carcere per tentato omicidio. Nel gran calderone anche altre accuse. È la condanna che rischia un giovane accusato di avere fatto fuoco contro l’abitazione in cui vivono l’ex fidanzata e la sua famiglia.

Sotto accusa v’è un ventunenne gelese, K.C., che siede sul banco degli imputati per rispondere, oltre che di tentato omicidio, anche di atti persecutori sempre nei confronti della ragazza e dei suoi familiari, lesioni e porto d’arma.

È stata proprio la sua ex fidanzata a presentare una denuncia per stalking a carico del ventunenne. È da quel punto che è partita l’indagine.

Il ragazzo avrebbe tentato di riallacciare quel rapporto, ma né la ragazza, né tantomeno i suoi familiari, avrebbero gradito.

Ma l’episodio chiave è rappresentato da quegli spari che, secondo la sua iniziale tesi a discolpa, sarebbe stata la reazione a una presunta aggressione subita. In sostanza – è stata la sua difesa nell’immediato – avrebbe sparato per difendersi e non per uccidere. Versione, fermo restando la volontà di non uccidere, che poi avrebbe un po’ limato, ma sempre senza volontà omicida.

E per questa vicenda è stato pure arrestato. Successivamente il ragazzo ha scritto anche lettere di scuse rivolte all’ex fidanzata e alla sua famiglia che si sono costituiti parti civili nel procedimento che ne è derivato a carico del ventunenne.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 1 / 5. Vote count: 1

Vota per primo questo articolo

Condividi