Home Cronaca Traffico di reperti, pioggia di condanne

Traffico di reperti, pioggia di condanne

379 views
0

Caltanissetta – Pioggia di condanne per un sospetto traffico di reperti archeologici. Tre meno, però, di quante ne abbia chieste  la procura nei confronti di una ventina d’imputati.

Con  pene che oscillano da un minimo di tre mesi a un massimo di quattro anni e tre mesi. Un po’ meno pesanti rispetto alle richieste che erano state avanzate dal pubblico ministero e che avevano toccato il tetto dei sette anni e mezzo di reclusione.

La condanna più pesante è stata inflitta a Simone Di Simone con quattro anni e tre mesi; per Giuseppe Rapisarda tre anni e due mesi, un mese in meno per Orazio Pellegrino; due anni a testa per Vincenzo Peritore, Salvatore Cassisi, Michaela Ionita e Nicola Martines; per Vincenzo Cassisi e Gaetano Di Simone un anno e dieci mesi; per Pasquale Messina dieci mesi; Nicolò Cassarà cinque mesi; Amedeo Tribuzio quattro mesi; chiude il quadro delle affermazioni di responsabilità Pietro Giannino con tre mesi.

Capi d’imputazione ormai prescritti per Francesco Cannizzaro, Francesco Musumeci e Francesco Rapisarda.

Assoluzione con formula piena, invece, per Nicolò Cassarà, Vincenzo Strabone, Benedetto Cangemi e Giuseppe Orfanò. «Non hanno commesso il fatto» ,a motivazione al centro del pronunciamento.

Secondo l’accusa agli imputati avrebbero rivestito ruoli differenti all’interno del sistema. Dallo spaccato tracciato dai magistrati vi sarebbero tombaroli, chi ne avrebbe valutato il valore nel mercato nero e chi, invece, si sarebbe occupato di vendere gli stessi reperti. L’inchiesta ha toccato, oltre quella nissena, anche altre province siciliane.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 5 / 5. Vote count: 1

Vota per primo questo articolo

Consentici di continuare a garantire il diritto di sapere quello che gli altri non ti dicono. Sostienici!

Con bonifico bancario, anche online, intestato ad:  Associazione “Castello Incantato”  CODICE IBAN IT68T0897583380000000011400 (Bcc “San Giuseppe Mussomeli" - causale: donazione liberale per castelloincantato.it).

CON PAYPAL O CARTA (clicca sotto)

Condividi