Home Cronaca Ucciso e murato arrestato sospetto assassino (video)

Ucciso e murato arrestato sospetto assassino (video)

2.395 views
0

Caltanissetta – È stato tirato in ballo per un omicidio di sette anni fa. Per l’uccisione di un albanese in cui resti sono stati trovati anni dopo murati in una villetta nel Monzese.

Assassinato per avere interrotto una relazione con una donna e per averle portato via, secondo la ricostruzione investigativa, diversi gioielli.

Per questo l’albanese Lamaj Astrit sarebbe stato ucciso. E adesso è scattato, da parte dei carabinieri, l’arresto del quarantacinquenne di Riesi, Salvatore Tambè – assistito dall’avvocato Mirko La Martina –  accusato di avere fatto parte del commando che lo ha strangolato.

Già nel marzo dello scorso anno sono scattati i primi arresti. Cinque in particolare. A cominciare dalla presunta mandante di quell’omicidio, la sessantatrenne Carmela «Carmelina» Sciacchitano, originaria di Riesi.

També è stato adesso arrestato su ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del tribunale di Monza. Era già agli arresti domiciliari perché accusato di esser un uomo di Cosa nostra.

Secondo l’accusa sarebbe stato tra gli esecutori materiali del delitto Astrit e poi, insieme a complici, ne avrebbe occultato il cadavere.

I resti della vittima sono stati ritrovati murati in una villetta di Senago un paio di anni dopo la sua scomparsa.

Tambè si sarebbe pure creato un alibi per il giorno del delitto. Si sarebeb allontanato da lavoro asserendo che doveva recarsi agli uffici postali. Ora è rinchiuso in una cella del carcere Malaspina di Caltanissetta.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 3.2 / 5. Vote count: 5

Vota per primo questo articolo

Condividi