Home Eventi Vallelunga Pratameno continua a gridare “basta” alla violenza sulle donne

Vallelunga Pratameno continua a gridare “basta” alla violenza sulle donne

949 views
0

Vallelunga Pratameno – Anche quest’anno, ricorrendo la giornata internazionale contro la violenza sulle donne, l’Amministrazione Comunale di Vallelunga Pratameno e l’associazione culturale “La Radice”, in collaborazione con le associazioni “A finestra”, “Piccolo stabile vallelunghese”, Comitato festeggiamenti e “A.S.D. Vallelunga”, hanno organizzato una manifestazione contro il femminicidio, che ha visto la partecipazione di numerosi cittadini interessati ad un fenomeno che sempre più sta diventando una piaga della nostra società. Nel 2019, fino al 25 novembre, , Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, sono più di 90 le donne uccise in Italia da un familiare. Si contano in queste statistiche anche quelle uccise da figli o nipoti e quante, anziane e malate, sono vittime di omicidio-suicidio con il marito che colpisce perché la vita è diventata insopportabile. La maggior parte però sono donne che si fidano per un’ultima volta di chi ha detto per anni di amarle e che cadono vittime della sua violenza. L’evento di sensibilizzazione al delicato fenomeno si è svolto con un corteo, dove si è vista la presenza delle Autorità civili e militari locali, nel corso del quale, i giocatori della squadra di calcio A.S.D. Vallelunga, giunti presso la centrale piazza Umberto I, hanno raccolto e tenuto in mano delle scarpe rosse, notoriamente diventate ormai il simbolo della lotta contro il femminicidio, a testimonianza della loro adesione ad una lotta che deve unire le forze di tutti, per gridare “Basta” ad ogni forma di violenza. La manifestazione ha avuto una sua continuazione con l’inaugurazione in Piazza Nasi di una panchina dipinta di rosso, da parte del Vicesindaco Samanda Ministeri, a ricordo delle tante vittime e in segno di stimolo quotidiano per ogni cittadino a combattere tale fenomeno. I partecipanti si sono poi riuniti presso l’aula polifunzionale del Comune, dove la locale orchestra dell’Istituto Comprensorio Statale di Vallelunga, Marianopoli e Villalba diretta dai docenti della scuola ed avvalendosi della soave voce di Fabiana Raimondi, ha deliziato con esibizioni musicali emozionanti che hanno saputo attrarre la platea. A fare da padrone di casa nell’accogliere l’evento è stato il sindaco Avv. Tommaso Pelagalli che ha aperto la manifestazione con un commosso saluto. All’evento ha preso parte la Dott.ssa Maria Fina, la quale nel proprio intervento, riferendosi ad una propria esperienza personale, ha evidenziato l’importante ruolo degli assistenti sociali intorno a tali problematiche. A seguire, il Comandante della locale stazione dei Carabinieri Maresciallo Pasquale Milone, il quale, nel suo intervento ha illustrato ai partecipanti la nuova legge c.d. “codice rosso” introdotta per contrastare la violenza domestica e la violenza in genere e sensibilizzato la platea all’importanza di denunciare ogni forma di violenza anche al primo campanellino di allarme, riproducendo il video di sensibilizzazione proposto dal Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri. A conclusione, a chiudere l’evento è stato l’intervento del Governatore della Misericordia di Vallelunga Pratameno Rag. Luigi Muscarella, il quale, ha presentato il progetto “telefono rosso” un servizio di consultorio telefonico messo a disposizione delle donne vittime di violenza. Il generoso gesto del Maresciallo Pasquale Milone e del Governatore Luigi Muscarella di omaggiare tutte le donne intervenute all’evento con una rosa rossa, ha segnato il loro sincero interessamento per questo delicatissimo fenomeno, molto apprezzato dall’intera comunità.

Condividi